in

Texas Hold’em: giochi ingannevoli

Aggiungere l’inganno al tuo gioco di poker è molto importante perché ti rende meno prevedibile.

Se i tuoi check indicano sempre che sei debole o le tue puntate / rilanci significano sempre che sei forte, i giocatori più attenti avranno un vantaggio su di te.

Alcuni esempi di giochi ingannevoli che puoi aggiungere al tuo arsenale:

Giochi ingannevoli nel Texas Hold’em

Prendendo una carta gratuita

Quando sei in late position o ultimo ad agire, puoi rilanciare con una mano che pareggia al flop.

Questo probabilmente farà fare check ai tuoi avversari al turn, dandoti così l’opportunità di fare check (se la tua mano non migliora) o di puntare (se ottieni il tuo progetto). Questo ti farà risparmiare denaro se non migliori e ti farà guadagnare denaro se colpisci.

Tuttavia, questa mossa si ritorcerà contro quando rilanci nuovamente al flop. In queste situazioni, ti costerà soldi, ma rimane una buona giocata poiché hai ottenuto informazioni e hai un progetto per una mano migliore.

Il Check-Raise

Quando hai una buona mano ed è il tuo turno di agire, controlla nella speranza che un avversario scommetta in modo da poter rilanciare quando arriva il tuo turno.

Ad esempio, sei in una posizione iniziale e hai A ♥ Q ♠. Il flop è A ♠ Q ♥ 6 ♠. Fai check e anche tre giocatori in middle position fanno check. Un giocatore in late position punta e tu rilanci.

Il motivo del check-raise è di rendere troppo costoso per le mani di progetto – come un progetto di scala incastrata o overcards – chiamare.

Il check-raise da una posizione iniziale ti dà anche l’iniziativa nella mano. Se continuano a chiamare, almeno hai ottenuto informazioni sulla forza delle loro mani e li hai costretti a pagare il più possibile per aver cercato di superarti.

Il semi-bluff

Il semi-bluff è quando punti o rilanci con una mano che probabilmente non è la migliore (al momento) ma hai molti out per superare i tuoi avversari se vieni chiamato o rilanciato, anche se in realtà speri di vincere il piatto proprio qui.

Ad esempio, sei in late position con J ♥ T ♥ e il flop mostra K ♠ 6 ♥ 2 ♥, dandoti così un progetto di colore con nove outs.

Ci sono altri tre giocatori nel piatto e tutti fanno check. Scommetti senza avere la mano migliore ma dal momento che tutti hanno fatto check, hanno indicato debolezza e potrebbero foldare pocket pair, una coppia di sei o due.

Anche se vieni chiamato, hai nove out per il colore e forse altri sei out da vincere se ottieni un J o un T, il che fa 15 out in totale. Se viene chiamato e ti viene fatto check al turn, hai la possibilità di prendere una carta gratis nel caso in cui la tua mano non sia migliorata.

Il gioco lento

Quando hai una mano forte, a volte è corretto giocare lentamente. Ciò significa semplicemente fare check o chiamare in un giro di puntate con l’intenzione di puntare / rilanciare sui successivi round di puntate.

In Hold’em questo è un gioco molto comune al flop perché vuoi attirare i giocatori e rilanciare al turn o al river dove le puntate vengono raddoppiate.

Questa tattica può facilmente ritorcersi contro, tuttavia, quando lasci che i tuoi avversari prendano carte gratuite che possono battere la tua mano. Molti giocatori giocano troppo spesso e perdono piatti che avrebbero vinto se non avessero giocato lentamente.

Quando questo accade è un disastro matematico, poiché perdi un piatto avresti vinto se avessi puntato / rilanciato, e devi pagare un avversario che ti ha battuto.

In generale, non dovresti rallentare il gioco quando viene soddisfatto uno dei seguenti criteri:

  1. Una carta gratuita può batterti.
  2. È improbabile che una carta gratuita dia al tuo avversario una seconda mano migliore.
  3. Ci sono molti avversari nella mano.
  4. È una pentola grande

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

No-Limit Hold’em: quando investire i tuoi soldi

Come giocare la coppia centrale o inferiore al flop