in

Risposte a 7 importanti domande sul poker per principianti

Il poker è un vecchio gioco. Il nome è cambiato nel corso dei secoli, ma gli aspetti del gioco che lo rendono “poker” – le parti delle scommesse e del bluff – sono stati parte del gioco quasi da sempre.

Nel 1500, i tedeschi suonavano “Pochen”. I francesi hanno messo le mani sul gioco e hanno iniziato a chiamarlo “Poque”. Quella versione divenne popolare sui battelli del Mississippi.

Gli americani hanno iniziato a giocare a quello che oggi viene chiamato poker tre decenni prima della guerra civile. Come molti giochi, il poker è migliorato nel tempo e sono stati gli americani a inventare la distinzione tra draw poker e stud.

Ora, il poker è un fenomeno mondiale con innumerevoli varianti. Uno dei miei migliori amici e io stavamo parlando di come sia il re di tutti i giochi possibili.

Se sei nuovo nel poker, non scoraggiarti. Chiunque può imparare a giocare.

Iniziare con queste sette importanti domande per principianti non è nemmeno un brutto modo per immergere le dita dei piedi nell’acqua.

1 – Come giochi a poker?

Giochi a poker con altri giocatori di carte usando un mazzo di carte standard. Il gioco prevede scommesse e bluff, e il giocatore con la migliore combinazione di carte (“mano”) vince il piatto. Puoi anche vincere il piatto con carte scadenti convincendo gli altri giocatori a “lasciare” – rinunciare al diritto al piatto in cambio di non dover aggiungere altri soldi.

L’aspetto più importante del poker con soldi veri sono le scommesse, che funzionano in modo simile da una variante di poker all’altra. Per giocare a un tavolo da poker, inizi con l’acquisto. Con alcuni giochi di poker casalingo, potresti giocare con denaro contante, ma la maggior parte dei giochi utilizza fiches di argilla per rappresentare denaro.

Compri queste fiches in contanti e, quando l’azione è terminata, scambi le fiches che hai con denaro.

Il centro del tavolo è il piatto. Scommetti nel poker mettendo soldi nel piatto. Non importa quale versione di poker giochi, avrai più giri di puntate. Anche nel draw poker, la versione più semplice del gioco che io conosca, avrai due round di scommesse. (Altre varianti hanno più giri di puntate.)

Le scommesse si svolgono in senso orario attorno al tavolo ed è importante attendere il proprio turno. Quando è il tuo turno, hai a disposizione le seguenti opzioni:

  • Controllo
  • Scommesse
  • Chiamando
  • Alzando
  • Pieghevole

Il controllo può essere effettuato solo se nessun altro ha scommesso in precedenza. Questo significa solo che non metti soldi nel piatto. Se tutti gli altri fanno check, si passa al round successivo della transazione e tutti rimangono “nel piatto”.

Scommettere è quando metti soldi nel piatto con la speranza di vincere la mano. A seconda del gioco di poker a cui stai giocando, avrai vari limiti alle dimensioni delle tue scommesse.

Il call avviene dopo che uno dei tuoi avversari ha puntato. In tal caso, puoi abbinare la dimensione della loro scommessa e rimanere nella mano.

Il rilancio è quando decidi di aumentare la dimensione della scommessa. In generale, un aumento deve essere almeno della stessa dimensione della scommessa che viene aumentata.

Il fold è quando decidi che la tua mano è troppo debole per continuare in quella mano. Non metti soldi nel piatto, ma non hai nessuna possibilità di vincere. La piegatura è una forma di resa.

I giochi di poker generalmente hanno dei limiti all’importo che puoi scommettere, anche se quel limite è il numero di fiches che hai di fronte a te. Questo è chiamato “nessun limite”.

Anche i giochi di poker hanno forzato le scommesse per incoraggiare l’azione. Queste scommesse obbligatorie possono assumere la forma di ante o bui. Un ante è una piccola scommessa che ogni giocatore è costretto a fare ogni mano prima di essere distribuito.

Il modo più semplice per pensare ai bui è considerarli ante che ruotano attorno al tavolo. In ogni mano, solo due giocatori piazzano i bui, ma chi sono quei giocatori ruota in senso orario durante il gioco.

In termini di gameplay, un mazziere ti dà un numero specifico di carte in base alle regole del gioco a cui stai giocando. Ottenere queste carte è chiamato “la mano” e normalmente hai un giro di puntate dopo ogni giro della mano.

Le mani di poker sono classificate in base alla combinazione di carte che hai. Queste classifiche delle mani di poker sono standard da gioco a gioco, sebbene possano variare da una variante all’altra. Avrò di più da dire sulla classifica delle mani di poker più avanti in questo post.

Dopo i giri finali di puntate e distribuzione, i giocatori ancora in azione confrontano le loro mani per determinare chi vince i soldi nel piatto. Se tutti lasciano prima di quel punto tranne un giocatore – cosa che accade più spesso di quanto molti principianti pensano – la persona ancora in azione vince il piatto.

2 – Il poker è un gioco di abilità o di fortuna?

Il poker è un gioco di abilità e fortuna. Non controlli le carte che ottieni e, a condizione che sia un gioco abbastanza distribuito, le carte vengono distribuite a caso. Questo rende il poker un gioco d’azzardo.

Ma puoi anche decidere quale azione di puntata intraprendere quando è il tuo turno. Sembra che, dal momento che hai solo cinque opzioni tra cui scegliere, questo non richieda molta abilità.

Ma l’elemento abilità nel poker è enorme.

Se l’abilità non fosse un aspetto importante del poker, non sarebbe così popolare.

Alla lunga, i giocatori più abili sono quelli che vincono. In effetti, l’abilità è l’unico elemento di differenziazione quando giochi a poker nel lungo periodo. Dopotutto, alla fine, alla fine tutti ottengono le stesse combinazioni di carte.

Chi vince o perde nel lungo periodo dipende da chi gioca con più abilità.

3 – Il poker è un buon modo per guadagnare soldi?

Il poker PU essere un buon modo per fare soldi giocando d’azzardo, ma è più difficile di quanto molte persone potrebbero pensare. Ho letto fonti affidabili che suggeriscono che il 95% dei giocatori di poker su Internet sta perdendo soldi nel lungo periodo.

Come è possibile un numero così alto?

La maggior parte delle sale da gioco, comprese tutte le sale da gioco online che conosco, prende una piccola percentuale di ogni piatto per pagare l’hosting del gioco. Questa commissione è solitamente del 5% e si chiama “il rake”.

Senza il rake, molti giocatori mediocri potrebbero pareggiare nel lungo periodo a poker.

In altre parole, non basta essere migliori degli altri giocatori. Devi essere molto migliore dei tuoi concorrenti che il rake del 5% non distrugge le tue possibilità di profitto.

Alcune persone amano l’idea di giocare a un gioco di carte per guadagnarsi da vivere. Altri pensano che il poker sia un buon hobby ma una cattiva professione. Immagino che pensino che dovresti fare qualcosa che offra un contributo maggiore alla società nel suo insieme.

Il poker è un buon modo per guadagnare soldi?

Forse – provalo e vedi come ti senti al riguardo.

4 – Come vinci a poker?

Hai due modi per vincere una mano di poker:

  1. Mostra la mano migliore allo showdown.
  2. Convinci tutti gli altri giocatori al tavolo a passare.

La chiave per avere la mano migliore allo showdown è passare la mano se è debole. Questo è chiamato “gioco stretto”.

La prima chiave per vincere a poker è iniziare a foldare più spesso. Se inizi con mani migliori della media, vincerai un gran numero di mani quando arrivi allo showdown. Inoltre, gli altri giocatori al tavolo noteranno che lasci molto, e quando scommetti e rilanci, è più probabile che ti diano credito per una mano forte e foldano.

La seconda chiave per vincere a poker è legata a quest’ultimo punto. A volte raccoglierai i piatti puntando o rilanciando anche se non hai carte migliori dell’altro giocatore. Questo si chiama bluffare e / o semi-bluffare.

Il bluff è una tecnica sopravvalutata, ma è essenziale per massimizzare il tuo vantaggio al tavolo. Il trucco per bluffare è non bluffare troppo spesso. Dovresti anche evitare di tentare di bluffare più di due avversari alla volta. Più avversari provi a bluffare, meno è probabile che il tuo bluff abbia successo.

Il semi-bluff, d’altra parte, è una mossa migliore. Un semi-bluff è quando hai una mano che è probabilmente più debole della mano del tuo avversario, ma se migliora in un round successivo, potrebbe essere la mano migliore. Flush draw e straight draw sono buoni esempi di mani con cui puoi semi-bluffare.

Vinci se il tuo avversario lascia, ma vinci anche quando tieni la mano. Nel complesso, questo può rendere il semi-bluff molto più redditizio rispetto al fare bluff nudi.

5 – Quante persone hai bisogno per giocare a poker?

Hai bisogno di almeno due persone per giocare a poker, anche se alcune persone potrebbero considerare il video poker strettamente correlato. Non è davvero poker, però – per definizione, il poker è un gioco a cui giochi con altri giocatori di poker. Il video poker ha più in comune con il solitario e le slot machine che con il poker.

io
Il poker è più divertente quando hai più giocatori. Realisticamente, il poker può essere un po ‘noioso senza un minimo di cinque giocatori al tavolo.

Il numero di carte nel mazzo e il numero di carte usate durante la mano determinano il numero massimo di giocatori al tavolo.

Ad esempio, nel Texas Hold’em, ogni giocatore riceve solo due carte: il resto delle carte sono carte comuni condivise da tutti al tavolo. Ci sono sette carte comuni.

Ciò significa, in teoria, che se avessi un tavolo abbastanza grande da ospitare così tanti giocatori, potresti giocare a Texas Hold’em con 22 giocatori.

Tuttavia, non ho mai visto una partita di Texas Hold’em con più di 10 giocatori a un tavolo.

Il Seven Card Stud, d’altra parte, ha un massimo di sette giocatori: ogni giocatore riceve sette carte e tu hai solo 52 carte nel mazzo.

Ma hai bisogno di almeno due persone per giocare – se riesci a trovare qualcuno a cui piace giocare in heads-up, fallo.

6 – Qual è la mano migliore nel poker?

La mano migliore nel poker è una scala reale, che è una scala colore composta da 10, jack, regina, re e asso di un seme.

In una partita di poker, ogni carta ha due attributi: un seme e una classifica. Un mazzo di carte ha quattro semi: fiori, quadri, cuori e picche. Un mazzo di carte ha anche 13 classifiche: asso, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9 10, fante, regina e re.

Gli assi possono contare come bassi ai fini della realizzazione di una scala, ma sono anche considerati la carta più alta del mazzo.

Una scala è una mano in cui tutte e cinque le carte sono adiacenti in classifica: 6, 7, 8, 9, 10 è un esempio di scala.

Un colore è una mano in cui tutte e cinque le carte sono dello stesso seme: se tutte e cinque le tue carte sono quadri, hai un colore.

Quando hai una mano che si qualifica sia come scala che come colore, hai una scala colore.

E la migliore scala colore possibile è la migliore mano di poker possibile: la scala reale.

7 – Poker e Texas Holdem sono la stessa cosa?

Le parole “poker” e “Texas holdem” NON sono sinonimi.

Tutti i giochi di Texas Hold’em sono giochi di poker, ma non tutti i giochi di poker sono giochi di Texas Hold’em.

La parola “poker” descrive in realtà più giochi con regole diverse. Il Texas Hold’em è uno di quei giochi, ma lo è anche il Five Card Draw.

Quindi no, non sono la stessa cosa. Uno è un sottoinsieme dell’altro.

È come chiedere se un camion e una Dodge Ram sono la stessa cosa. Un Dodge Ram è un tipo specifico di camion.

Giocare a Texas Hold’em per soldi è un’esperienza unica.

Conclusione

Il poker è un argomento così complesso che ne sono stati scritti centinaia di libri. Alcuni di loro sono migliori di altri. Alcuni di questi libri di poker si concentrano esclusivamente su strategie per tipi specifici di poker.

Ma, nella mia esperienza, le domande che sento più spesso sul poker in generale sono quelle di cui ho scritto in questo post.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Hole Carding in diversi giochi da casinò

9 fatti interessanti sul lago di Las Vegas