in

Probabilità di poker per principianti

Sono sicuro che se sei una persona che non ha mai giocato al classico gioco visto nella maggior parte dei film di gangster noti come poker, o molto meno qualcuno che non ha mai sentito parlare del gioco, imparare a giocare a poker può essere in qualche modo travolgente.

Imparare il gioco è una cosa, ma poi arrivare a capire le probabilità nel poker (qualcosa di necessario da capire per il gusto di vincere) può sembrare ancora più travolgente.

Quindi, nel modo più semplice e semplice da capire, approfondirò rapidamente alcune delle basi riguardanti le probabilità del poker

Calcolo delle probabilità di poker

Imparare a calcolare le probabilità del poker è assolutamente, senza dubbio, qualcosa di cruciale per il successo nel poker. E ad essere onesto, come persona con esperienza nel poker, posso dirti che questa roba può sembrare un po ‘confusa quando leggi una spiegazione delle probabilità di poker e come calcolarle.

A volte userò uno dei giochi di poker più popolari – Texas Hold ‘Em, come riferimento quando lo spiegherò. Avere un riferimento come questo che è di base renderà il tentativo di capire un po ‘meno difficile.

Allora perché le probabilità di poker sono così importanti? Conoscere le probabilità del poker è importante perché ti dà un’idea quando stai giocando una mano se stai per vincere o perdere.

Per illustrare, supponiamo che tu e un altro giocatore stiate girando un quarto e lui vi dia una probabilità di 1: 1 che il prossimo lancio sia testa. Sai già che atterrerà in testa il 50% delle volte e che atterrerà in croce il resto del restante 50% delle volte.

In questo caso, chiameresti la presentazione che l’altro giocatore ti sta dando un evento pari, perché nessuno dei giocatori ha un vantaggio statistico.

Un altro esempio: stai giocando e il tuo avversario ti offre una probabilità di 2: 1 che il prossimo lancio della moneta sarà testa. Questa sarebbe una scommessa che dovresti prendere? Assolutamente. Perché le probabilità che esca testa o croce sono ancora 1: 1, mentre ti paga al tasso di 2: 1.

Il tuo avversario spera di cavalcare la sua fortuna e rimanere su questa serie di vittorie, ma se entrambi continuate a giocare, è inevitabile che perderà e prenderà una decisione sbagliata per eccessiva sicurezza.

Questi esempi sono un modo molto semplice per spiegare uno schema che accade molto spesso durante il Texas Hold ‘Em. Il calcolo delle probabilità di una mano è la tua possibilità di vincere una mano durante una partita di poker Texas Hold ‘Em.

Ad esempio, se nella tua mano ci sono due cuori e ci sono anche due cuori sul tavolo, o il flop, le tue probabilità di fare un colore sono di circa 2 a 1. Ciò significa che approssimativamente ogni 3 volte giochi questa mano , puoi aspettarti di ottenere il tuo colore una di quelle volte.

Se le tue probabilità di mano fossero 3 a 1, allora ti aspetteresti di chiudere la tua mano 1 volta su 4. So che questo crea confusione, quindi userò un altro esempio che usa il Texas Hold ‘Em come riferimento.

Ciò sarà utile quando si cerca di decidere quanto scommettere o se si dovrebbe addirittura scommettere.

Ad esempio, se ci sono $ 80 nel piatto e il tuo avversario punta $ 20, il totale nel piatto è di $ 100. Quel $ 100 è il pagamento che riceveresti se vinci e sei disposto a rischiare $ 20 per chiamare la scommessa.

Le probabilità del piatto riguardano il rischio e la ricompensa. In questo caso, devi rischiare $ 20 per vincere $ 100, quindi le tue probabilità del piatto sono 100 a 20 o 5 a 1.

È uno scenario comune. Questo è importante per un giocatore quando decide di piazzare una scommessa o lasciare. Prendi l’importo della puntata più ciò che è già nel piatto per calcolare la ricompensa, la scommessa che devi chiamare rappresenta il rischio, quindi se un giocatore aggiunge $ 20 nel piatto, chiamare aggiungerebbe $ 20 al piatto quando il tuo arriva il turno solo per poter restare in gioco.

Le pot odds che “vengono date” per chiamare sono quel rapporto ricompensa / rischio. Ovviamente puoi anche parlare di pot odds dopo che un giocatore ha rilanciato. Supponiamo che tu decida non solo di chiamare quella puntata di $ 20 sopra descritta, ma di rilanciare a $ 80. Ciò significherebbe che il tuo avversario deve chiamare $ 60 per avere la possibilità di vincere quello che ora è $ 180 nel mezzo, 180 a 60 o 3 a 1 pot odds.

Probabilità e probabilità di scommessa

Scommettere offre al giocatore la possibilità di prevedere l’esito di un determinato evento, come chi vincerà il round e chi ha le carte con il valore più alto.

Se la tua previsione è corretta, allora vinci. In un dato evento, c’è sempre un certo numero di possibili risultati. Userò il lancio dei dadi come esempio.

Quando un giocatore lancia un dado, ci saranno sempre 6 possibili esiti. Quindi, se un giocatore scommette che il dado tirerà un 3, c’è una probabilità del 16,67% che vinca.

Quindi tutto ciò che le probabilità di scommessa fanno è mostrare quanto è probabile che si verifichi un determinato evento. So che sembra ripetitivo, ma avevo bisogno di molte ripetizioni con diversi esempi per avere una comprensione più chiara delle probabilità di scommessa.

Ogni volta che vedi 2 numeri separati da una barra, come 10/1, questo è noto come probabilità frazionaria. Questo è un concetto importante da comprendere e un altro esempio molto utile. Da questo è possibile calcolare la probabilità che si verifichi un determinato evento utilizzando un semplice calcolo.

Probabilità (%) = B / (A + B).

  • 7/1 può essere calcolato come 1 / (7 + 1) = 0,125 — C’è una probabilità del 12,5% che l’evento accada.
  • 4/1 può essere calcolato come 1 / (4 + 1) = 0,20: c’è una probabilità del 20% che l’evento accada.
  • 1/1 può essere calcolato come 1 / (1 + 1) = 0,50: c’è una probabilità del 50% che l’evento accada.
  • 1/4 può essere calcolato come 4 / (4 + 1) = 0,80: c’è l’80% di possibilità che l’evento accada.

Quando dovrei chiamare?

La differenza tra rilanciare e chiamare può essere considerata aggressiva o cauta. L’atto di rilancio mostra fiducia e forza contro gli avversari. Se sei abbastanza sicuro di te e non mostri segni di bluff, rilanciare può essere usato per spaventare i giocatori durante le situazioni uno contro uno.

Sapere quando rilanciare è un’abilità chiave per imparare ed essere in grado di eseguire correttamente durante una partita di poker.

Diamo un’occhiata a un esempio. Sei al tavolo da poker e ci sono probabilità di 4/1 per vincere la mano. Decidere se chiamare o meno la scommessa del nostro avversario dipende davvero dalla quantità di denaro che c’è nel piatto.

Ciò non significa che se il piatto è pieno di soldi, dovresti semplicemente provarci. Ciò che conta è il rapporto tra i soldi che potresti vincere rispetto alla dimensione della scommessa dei tuoi avversari.

Quindi diciamo che ci sono $ 90 nel piatto e il tuo avversario punta $ 10. Con una semplice matematica, sappiamo che fa un totale di $ 100 al centro del tavolo. Devi abbinare la scommessa del tuo avversario per vedere la carta successiva, quindi possiamo dire che costerà $ 10 per vedere se la prossima carta sarà quella di cui avrai bisogno per vincere.

In qualsiasi gioco di poker, per rimanere in gioco, devi tenere il passo con la quantità di denaro che viene aggiunta al piatto da ogni giocatore. Ogni volta che un giocatore alza la scommessa, devi abbinare quella scommessa se vuoi rimanere nel gioco.

Sappi sempre che anche se fai quella chiamata per rimanere in gioco, c’è sempre una possibilità che tu perda. Quindi, tornando all’esempio delle probabilità calcolate di 4/1, la maggior parte degli esperti di poker direbbe che perderai quattro volte ogni volta che vinci.

Quindi è importante che a un giocatore sia data la possibilità di vincere quattro volte tanto quanto la sua scommessa, così a lungo termine il giocatore può eventualmente andare in pareggio.

Contando i tuoi out

Quindi l’ultima informazione chiave di cui parlerò è contare i tuoi out. Prima di poter iniziare a calcolare le tue probabilità di poker, devi conoscere i tuoi “out”. Dovrai anche capire le classifiche delle mani di poker in avanti e all’indietro prima che tutto questo abbia pienamente senso.

Un out è una carta che ti darà una mano giocabile. Ad esempio, se hai un progetto di colore con 4 cuori in mano, nel mazzo rimarranno 9 cuori (outs) per darti un colore. Ricorda che ci sono 13 carte in un seme, quindi questo è facilmente risolvibile; 13 – 4 = 9.

Fai attenzione a non contare gli outs che daranno ai tuoi avversari una mano migliore. Quando conti out, dovrai prima indovinare, sperando che sia una buona ipotesi, su quali carte sta giocando il tuo avversario.

Le carte che il tuo avversario ha in mano influenzeranno notevolmente il numero di outs che potresti avere o meno.

Conclusione

Questa roba non inizia davvero ad avere senso finché non ti siedi e inizi a suonare. Ci vuole molta pratica per essere in grado di conoscere la probabilità di ciò che i giocatori hanno in mano, quando dovresti chiamare, quando dovresti continuare a scommettere.

Hai qualche consiglio sulle probabilità di poker che ho tralasciato? Fatemi sapere nei commenti.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Quali sono le probabilità di vincere alla lotteria?

3 cose divertenti da fare a New Orleans