in

Lo scandalo dei Black Sox

Lo scandalo dei Black Sox è una delle macchie più evidenti nel passato a scacchi del baseball. Il rigging delle World Series del 1919 è anche uno dei più grandi scandali nella storia delle scommesse sportive.

Poiché gli eventi hanno avuto luogo più di un secolo fa, potresti non sapere tanto dello scandalo quanto pensi.

Oggi imparerai le verità dietro il racconto, mentre separo la finzione dai fatti su questa gaffe storica.

Impostare le cose in chiaro

Probabilmente hai più familiarità con lo scandalo dei Black Sox a causa del film Eight Men Out . Il classico del baseball con Charlie Sheen e John Cusack è un adattamento cinematografico dell’omonimo libro di Eliot Asinof.

Mentre Asinof ha fatto un lavoro fantastico dipingendo un’immagine dello scandalo dei Black Sox da prima delle World Series del 1919 fino alle conseguenze e alle ricadute, c’erano alcuni abbellimenti chiari ed errori storici lampanti.

Voglio far luce su alcune idee sbagliate sullo scandalo delle scommesse MLB e sugli uomini coinvolti.

I giocatori di palla erano le vere menti

Molte persone credono erroneamente che siano stati i giocatori a dover vendere la soluzione ai giocatori.

L’idea che gli esperti imbroglioni abbiano manipolato gli atleti ingenui nel seguire il loro schema diabolico è assolutamente sbagliata. Ai romantici del baseball sembra molto meglio che siano stati in qualche modo ingannati.

Ma i fatti indicano che i giocatori si avvicinano ai giocatori per lanciare il piano.

I registri degli eventi indicano che è stato il giocatore dei White Sox Chuck Gandil ad avviare il piano per sistemare le World Series del 1919. Gandil apparentemente fungeva anche da intermediario tra giocatori e giocatori.

Il ruolo di Gandil come facilitatore includeva anche l’essere l’uomo dei soldi. Gandil riceveva i soldi dai giocatori e poi li distribuiva tra gli altri giocatori.

Non sorprende che Gandil abbia intascato la parte del leone per se stesso. Mentre Gandil ha portato a casa 35.000 $ per i suoi sforzi (o per la mancanza di questi), nessun altro giocatore ha ottenuto più di 10.000 $.

Non c’è onore tra i ladri.

A proposito, quei miseri $ 35k sarebbero $ 500k in dollari di oggi.

Consideriamo ora che nel paese c’erano solo circa 10.000 milionari nel 1919. Non troppo malandato, ma ne valeva appena la pena.

La vita di Lefty non era sulla linea

Nonostante quante volte potresti averlo sentito e quanto possa sembrare intrigante, non è vero. I sicari non stavano intimidendo il lanciatore dei White Sox Lefty Williams.

Asinof in seguito ha ammesso questo abbellimento in un’intervista. Asinof ha notato che ha spruzzato in qualche pura finzione al suo libro. Immaginava che in quel modo gli altri sarebbero stati chiaramente esposti se non fosse stato adeguatamente accreditato come fonte.

Tuttavia, questa oscura intervista non è stata così ampiamente accolta come il libro stesso. Quindi, è per lo più accettato come un fatto e non il semplice pezzo di narrazione che era.

Noterai che la maggior parte delle idee sbagliate sui giocatori mirano a dipingerli in una luce migliore. L’errore del killer non è diverso.

Non si può davvero criticare Lefty per aver perso intenzionalmente le partite se gangster benestanti si nascondevano nell’ombra.

Ma nessuna prova supporta affatto questa affermazione.

Secondo il racconto di Asinof, è finzione

Questa non era una protesta silenziosa

I White Sox non hanno lanciato le World Series come una forma di sconvolgimento contro un proprietario opprimente.

È un mito che esiste da quando si è verificato lo scandalo, ed è stato creato per la prima volta dagli avvocati della difesa e successivamente propagato da Asinof nel suo libro.

Certo, l’idea di un gruppo di giocatori che si uniscono contro il ricco proprietario che si rifiuta di pagare un giusto salario è romantica. A seconda del lato della storia in cui ti trovi, suona sicuramente molto meglio della verità.

Il fatto è che nel 1919 i White Sox avevano il più grande libro paga nella major league di baseball – quasi $ 100.000, tutto grazie al proprietario Charles Comiskey.

Probabilmente si potrebbe sostenere che tutti i giocatori dell’epoca erano sottopagati, ma i White Sox erano decisamente meglio degli altri.

Poi c’è l’idea che Comiskey avesse offeso il lanciatore Eddie Cicotte su un bonus di prestazione. Cicotte avrebbe ricevuto $ 10.000 in più per una stagione da 30 vittorie. È una bella fetta di denaro anche per oggi, forse non per gli standard MLB, ma per il momento era enorme.

In effetti, Cicotte ha avuto la sua opportunità di vincere la sua 30a partita quando i White Sox hanno conquistato il gagliardetto. Quindi, l’idea che il secondo lanciatore più pagato nel baseball sia stato in qualche modo innevato dal proprietario non è plausibile.

Ovviamente, se sei un avvocato difensore degno del tuo sale, gira la storia del ricco proprietario che si sta approfittando del giocatore.

Dopotutto, quale giurato non vorrebbe tifare per il proprio idolo del baseball?

Anche se sono chiaramente colpevoli di peccato.

Confessioni che scompaiono

Si è parlato molto delle confessioni mancanti o rubate.

In realtà, le confessioni mancanti erano un completo non fattore ai processi.

Lo shoeless Joe Jackson, Cicotte e Lefty Williams non hanno mai fatto confessioni firmate come si vede in TV. Il trio ha testimoniato davanti a un gran giurì e le trascrizioni di quelle testimonianze sono venute perse.

Tuttavia, le trascrizioni mancanti non erano altro che un inconveniente per i pubblici ministeri. Lo stenografo dell’aula si è semplicemente riferito alle loro note stenografiche della testimonianza e ha prodotto una nuova serie di trascrizioni. Quelle trascrizioni ricreate sono state utilizzate per il processo.

Gli avvocati della difesa dei giocatori caduti in disgrazia avevano così familiarità con il processo del tempo che non hanno mai messo in dubbio l’accuratezza delle trascrizioni.

I documenti mancanti non erano assolutamente un problema. Anche lo stenografo di corte non è stato troppo disturbato. Dopo tutto, avevano il lusso di essere pagati per fare lo stesso lavoro due volte.

La correzione non è venuta fuori dal campo sinistro

Lo scandalo dei Black Sox del 1919 non fu lo shock che a coloro che gestivano il baseball piaceva far sembrare. Le prove in effetti suggeriscono che il proprietario dei White Sox, Comiskey, sapeva qualcosa, e coloro che controllavano il baseball hanno semplicemente pregato che la soluzione non venisse mai scoperta.

Le partite fisse di baseball sono avvenute nel gioco per decenni. Tornando agli anni Sessanta dell’Ottocento e all’inizio del ventesimo secolo, la soluzione era nel baseball. Shoeless Joe ei suoi compagni cospiratori non erano certo dei valori anomali o dei trendsetter.

Qualsiasi suggerimento che lo scandalo dei Black Sox sia stato un evento isolato è una totale assurdità.

Cicotte ha detto che lui ei suoi compagni di squadra erano gelosi dell’enorme quantità di denaro che i giocatori di Crosstown Cubs avrebbero ricevuto come pagamento per aver lanciato le World Series del 1918. Quell’anno i Red Sox furono ancorati da quello, e solo Babe Ruth conquistò il titolo in 6 partite.

I White Sox non furono nemmeno l’unica squadra ad essere accusata di aver aggiustato le partite nel 1919. Tris Speaker e Ty Cobb (uno dei più grandi giocatori di sempre) della Hall of Famers del futuro hanno preso fuoco per aver sistemato una partita giorni prima dell’inizio delle World Series.

Il gran giurì che ha tenuto i procedimenti dei Black Sox stava esaminando attivamente una partita di stagione regolare che coinvolgeva i Cubs e Phillies quando si è occupato dello scandalo delle World Series.

Ecco il mio punto:

Lo scandalo dei Black Sox non è stato un evento raro stimolato da una manciata di giocatori avidi. Invece, è stato il culmine di un’eredità di corruzione nel baseball professionistico che ha attraversato più di tre decenni.

Dopo che lo scandalo dei Black Sox fu scoperto, era nel migliore interesse dei proprietari e del baseball stesso trattarlo come una blasfemia. Altrimenti, sarebbero stati costretti a riconoscere la corruzione e l’eredità di trucchi che avevano contaminato la purezza del gioco.

C’erano troppi soldi in palio per tutti, ei proprietari dovevano proteggere la loro preziosa mucca da soldi, non diversamente dai tesori degli appassionati di baseball che cercavano di demonizzare i proprietari o i giocatori sgradevoli per preservare l’immagine dei loro idoli.

Il nocciolo della questione è che il baseball era stato infettato da questo tipo di imbroglio. Dopo che i fatti squallidi sono emersi, Shoeless Joe ei suoi co-cospiratori hanno pagato il prezzo di essere banditi dal grande gioco. Questo è stato un ultimo sforzo del commissario per spazzare la profondità effettiva della depravazione sotto il tappeto.

Conclusione

Il baseball si è rapidamente ripreso da uno dei più grandi scandali di scommesse sportive di tutti i tempi ed è rimasto uno degli sport professionistici più popolari in circolazione.

Shoeless Joe Jackson è forse il più noto dei giocatori dei Black Sox e, nonostante non ci siano prove che abbia intrapreso azioni per aiutare a lanciare i giochi, è stato definitivamente bandito.

Spero che questo abbia chiarito qualsiasi idea sbagliata che potresti aver avuto sugli eventi che circondano le World Series del 1919 e su come i White Sox sono diventati i Black Sox.

Alla fine della giornata, non si trattava di uomini neri in agguato nell’ombra per danneggiare i giocatori o giocatori d’azzardo delle grandi città che inducono i giocatori a perdere. Tutto si riduceva all’avidità, e per questo non ho alcuna simpatia.

Come mio padre mi diceva: “Gioca a giochi stupidi, vinci premi stupidi”.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Due dei casinò più popolari che le donne amano

Modi per calmare la mente quando giochi