in

Le 5 fasi del gioco d’azzardo compulsivo e i suoi dettagli (inclusa infografica)

Ci sono centinaia di migliaia di casi documentati di gioco compulsivo nel mondo. Il problema diffuso è considerato una malattia, che fa sì che le persone diventino dipendenti dal gioco tanto quanto possono esserlo da altre sostanze dannose come l’LSD o la cocaina. In quanto tale, e come con qualsiasi altra malattia, è noto che le persone che si pensa siano giocatori d’azzardo compulsivi attraversano varie fasi che indicano quanto siano dipendenti.

Incorpora l’infografica sul gioco d’azzardo compulsivo sul tuo sito (se lo desideri)

Molti giocatori compulsivi condividono le stesse somiglianze quando si tratta del modo in cui si manifesta la loro malattia. Come suggerisce la ricerca, la maggior parte dei giocatori compulsivi subisce cinque diverse fasi della loro dipendenza, ciascuna delle quali è progressivamente peggiore dell’ultima. Tuttavia, le fasi tendono a manifestarsi in modo diverso a seconda dei tratti di ogni individuo.

Come sapere se qualcuno è un giocatore compulsivo

Di solito ci sono due tipi di giocatori compulsivi: giocatori d’azzardo di fuga e giocatori d’azzardo d’azione. I giocatori di fuga sono di solito persone che hanno avuto problemi in passato e ne sono mentalmente influenzati, ma usano il gioco d’azzardo come un modo per sfuggire ai loro problemi. Guadagnano il loro nome grazie al fatto che si proteggono con il gioco d’azzardo mentre si lasciano alle spalle il resto dei loro problemi.

I giocatori d’azzardo, d’altra parte, sono spesso maschi fiduciosi che hanno giocato la maggior parte della loro vita. Nella maggior parte dei casi, i giocatori d’azione sono giocatori che hanno iniziato a scommettere o giocare a giochi di fortuna durante l’adolescenza, sebbene ci siano alcune eccezioni a questa regola. In generale, sia il giocatore in fuga che quello in azione seguono uno stereotipo e rimangono fedeli ad esso.

La maggior parte dei giocatori d’azzardo compulsivi tendono ad attenersi a giochi che richiedono molte abilità oltre alla fortuna. Ciò riflette la fiducia che di solito hanno in se stessi, così come la convinzione che la loro abilità è più che sufficiente per convincerli a vincere molti soldi in un dato gioco. Il poker, i giochi di dadi e le scommesse sportive tendono ad essere i tipi più comuni di giochi in cui si trovano giocatori d’azione.

È anche importante notare che i giocatori d’azzardo compulsivi non sempre si preoccupano se il tipo di gioco d’azzardo a cui partecipano è illegale o legale. Di solito mirano a prendere parte a qualsiasi tipo di gioco basato sulle abilità fintanto che ci sono anche altre persone che lo giocano. In ogni caso, seguono tutti una serie di fasi che di solito rimangono le stesse in ogni caso.

Fase 1 – La fase della vittoria

La prima fase è la fase più incoraggiante che attraversa un giocatore d’azzardo compulsivo. In effetti, è piuttosto ironico come la loro ascesa di solito sia solo l’inizio della loro scomparsa, come hanno dimostrato gli studi. I giocatori d’azzardo compulsivi più attivi tendono a iniziare con una grande vincita, o compensando una serie di vincite in diversi giochi che li fanno guadagnare così tanti soldi che diventa migliore di quello che fanno in un anno.

Per quanto buona sia questa fase, di solito non dura troppo a lungo. La maggior parte dei giocatori compulsivi attivi tendono a sperimentare un periodo di enormi vincite durante i primi 4 anni della loro vita di gioco, come stima. Dato che tendono a giocare nei tavoli basati sulle abilità, vincere ha creato nelle loro teste la convinzione di essere di gran lunga migliori di qualsiasi altro concorrente.

Anche se in alcuni casi potrebbe rivelarsi vero, di solito la fortuna gioca un ruolo importante dalla loro parte della storia. Tuttavia, l’azione del giocatore compulsivo non se ne rende conto all’inizio. Pensano che le loro abilità siano interamente responsabili del modo in cui vincono contro altri giocatori, il che crea un complesso di superiorità nelle loro teste.

Questo complesso li porta a scommettere sempre più soldi con il passare del tempo e impegnano anche molto più tempo e risorse personali nel loro gioco. In effetti, molte azioni compulsive dei giocatori d’azzardo arrivano al punto di credere di essere migliori di alcuni professionisti, e addirittura pensano che potrebbero diventare professionisti se stessi se lo volessero.

Questi pensieri li fanno raggiungere la fase due, che è la seconda parte che detta la vita di qualcuno con un disturbo del gioco compulsivo.

Fase 2 – La fase perdente

Come è prevedibile, i giocatori d’azzardo compulsivi tendono a rimanere senza fortuna intorno ai 4 o 5 anni della loro vita di gioco. Questa è probabilmente la fase in cui il danno causato dal disturbo del gioco compulsivo viene mostrato più chiaramente, poiché il giocatore inizia a impegnarsi nella pratica nota come inseguire le proprie perdite.

Fase 2 - Perdere - Gioco d'azzardo compulsivo

Ciò significa che quando un giocatore inizia a perdere molti soldi, inizierà a pensare che sta solo attraversando un periodo di sfortuna e che le sue fortune cambieranno. Di conseguenza, il loro forte senso di fiducia in se stessi li fa iniziare a scommettere sempre più soldi col passare del tempo, il che li fa anche perdere molto di più di quello che vincono.

Infatti, poiché i giocatori d’azzardo raggiungono uno stato di delusione durante la fase due, significa che inizieranno a piazzare scommesse quando è altamente improbabile che le probabilità di vincita li favoriscano. In fondo, i giocatori lo sanno anche – sanno che le probabilità sono decisamente contro di loro, ma lo stato in cui si trovano li fa ancora piazzare le scommesse pensando di poter vincere.

La seconda fase del disturbo del gioco compulsivo è quando il giocatore diventa molto più ingannevole e cambia i propri atteggiamenti nei confronti degli altri per mantenere viva la sua menzogna di “essere migliore degli altri”. Questi cambiamenti di atteggiamento sono molto chiaramente evidenti da coloro che lo circondano, anche se potrebbe volerci del tempo prima che i non conoscenti se ne rendano conto.

  • Concentrarsi sulle vittorie – Una delle cose più comuni che un giocatore fa durante la fase due è concentrarsi solo sulle proprie vincite quando si parla di gioco d’azzardo con altre persone. Non raccoglieranno mai le loro perdite, indipendentemente da quanti soldi stanno sprecando. Questo viene fatto principalmente per mantenere viva la menzogna, ed è facile vederlo attraverso se combinato con altri cambiamenti nel loro atteggiamento, tuttavia potrebbe rivelarsi abbastanza difficile da capire all’inizio considerando quanto sono stati fortunati durante la fase uno, e dal momento che all’epoca stavano effettivamente vincendo, quelli intorno a loro potrebbero davvero credere che stanno ancora andando forte con le loro scommesse.
  • Comportamento ingannevole – I giocatori d’azzardo compulsivi attivi tendono a fare del loro meglio per nascondere il loro comportamento di dipendenza agli altri, il che li porta a diventare molto più ingannevoli di quello che sono realmente. È comune per un giocatore compulsivo dire bugie su ciò che sta facendo, o anche bugie su quanti soldi ha speso per il gioco e quanto tempo ha dedicato all’attività.
  • Chiedere soldi agli amici – Questa è probabilmente una delle cose più pericolose e comuni che fanno i giocatori compulsivi – chiedono soldi ai loro amici, parenti e anche a conoscenti non così noti, promettendo che li ripagheranno presto. Raramente lo ripagano, dato che di solito perdono tutto nel giro di pochi giorni con decisioni sbagliate sul gioco d’azzardo, un atteggiamento che spinge i giocatori compulsivi ad allontanarsi da amici e parenti per evitare di pagare i propri debiti. È anche molto comune per un giocatore compulsivo evitare le chiamate e qualsiasi altra forma di comunicazione rispetto a quella che il mutuante intende avere con sé.Il giocatore compulsivo potrebbe anche richiedere un prestito bancario o un’opzione di anticipo monetario se ha un disperato bisogno di più soldi, il che è uno scenario molto comune quando l’afflizione raggiunge la fine della seconda fase.
  • Urgenza monetaria – Una volta che il giocatore ha esaurito tutte le fonti di denaro e non si trova in alcun modo a ottenerne di più, inizierà a presentare emergenze per chiedere denaro a più persone. È molto probabile che si rivolgeranno ai loro capi per chiedere loro un anticipo monetario, o anche ai loro genitori e parenti stretti che usano un’emergenza medica come scusa.

 

Potrebbero avere successo nel compito a seconda di quanto sono bravi con le parole, ma coloro che sono vicini a loro capiranno rapidamente cosa sta succedendo dopo che i soldi sono finiti e nulla cambia.

Una volta ricevuto il primo prestito, tuttavia, è probabile che i soldi che riceveranno saranno molto più di quanto si aspettavano in primo luogo. Ciò lascerà il giocatore d’azzardo compulsivo attivo con una somma di denaro in eccesso che non pensavano di avere, che spenderanno in più scommesse e scommesse. Una volta esauriti i soldi, passeranno alla terza fase dell’afflizione.

Fase 3 – La fase della disperazione compulsiva

La terza fase è quella che tende a non durare un determinato periodo di tempo, ma piuttosto un periodo di tempo casuale a seconda di come si comporta il giocatore e dei suoi atteggiamenti e scelte personali. La terza fase vede il giocatore entrare in uno stato di disperazione totale in cui ha sempre bisogno di giocare e non pensa ad altro, il che lo porta a spirale in pensieri che potrebbero anche trasformarsi in suicidi se non controllati. Gli atteggiamenti presenti nella fase 2 aumentano e addirittura peggiorano.

Durante la terza fase, i giocatori tendono a mentire ancora più abbondantemente, al punto che anche loro possono credere alle proprie bugie. Inoltre, è anche probabile che i giocatori d’azzardo inizino a piazzare sempre più scommesse quando si sentono male per cercare di coprire i loro sentimenti negativi.

Le bugie che i giocatori compulsivi raccontano in questa fase sono spesso percepite come la verità da sole. Se qualcuno in qualche modo scopre che sta mentendo e chiama il giocatore per questo, gli afflitti troveranno modi per incolpare chiunque abbia scoperto la sua menzogna per i suoi errori e le sue malefatte. Questa fase è molto pericolosa e, a seconda dell’individuo afflitto, potrebbe dar luogo a manifesta aggressione nei confronti di terzi.

Questo è anche lo stato in cui iniziano a preoccuparsi ancora meno della loro sicurezza e delle loro famiglie, quindi di solito iniziano a ricorrere ad attività illegali per continuare a sostenere la loro dipendenza dal gioco. Potrebbero chiedere prestiti alle persone sbagliate e la loro vita domestica di solito subisce danni quasi irreparabili. Nella maggior parte dei casi, questa è la fase in cui i giocatori d’azzardo divorziano dai loro coniugi.

Tuttavia, se il coniuge non si separa dal giocatore, è molto probabile che utilizzerà qualsiasi situazione critica per far sì che il giocatore riceva il trattamento della sua afflizione. In alcuni casi, il coniuge dà un ultimatum al giocatore afflitto e spesso si traduce nel giocatore compulsivo in cerca di cure. Tuttavia, poiché il giocatore è ancora nella terza fase, spesso non si impegna troppo per migliorare.

Fase 4 – Rock Bottom

La quarta fase potrebbe essere la fase finale per molti giocatori compulsivi. Durante questa fase, il giocatore perde ogni speranza e decide semplicemente che la sua vita non vale più la pena. Questa è la fase in cui si verifica il maggior numero di suicidi, poiché molti giocatori d’azzardo tentano di uccidersi una volta raggiunto un punto così basso della loro vita. A volte, tuttavia, intraprendono anche azioni che li vedono finire in prigione, assicurandosi che semplicemente non saranno più in giro.

Se in qualche modo non fanno nulla durante questa fase che li induca a morire o andare in prigione per un lungo periodo, possono passare alla fase 5.

Fase 5 – Migliorare

Dopo che il giocatore ha toccato il fondo, possono finalmente iniziare a tirarsi su da terra. Durante la quinta fase del loro processo, i giocatori finalmente accettano di avere un problema e sono pronti ad affrontarlo. La fase 5, infatti, rappresenta la prima volta in cui il giocatore cerca aiuto da solo e lo fa volendo farlo, a differenza delle precedenti occasioni.

I giocatori che raggiungono questa fase spesso si sottopongono a riunioni di gruppi di supporto e il loro atteggiamento cambia in modo significativo. È importante, tuttavia, che il giocatore non si impegni mai più in tali pratiche: potrebbero ricadere se lo fanno, quindi stare lontano da qualsiasi tipo di gioco d’azzardo dopo essere migliorato è fondamentale per il loro recupero finale.

Aiuto per i giocatori compulsivi

Il gioco d’azzardo compulsivo può essere trattato con successo. La terapia cognitivo comportamentale ha dimostrato di ridurre i sintomi e gli impulsi per molti giocatori. Per le persone che vogliono smettere di giocare d’azzardo, dai un’occhiata a queste risorse:

  • BeGambleAware
  • GamCare
  • Terapia del gioco d’azzardo
  • Giocatori anonimi

L’uso di casinò online senza licenza in Norvegia continua a crescere

Come funziona un bonus del casinò? – La guida più completa del Web sui bonus del casinò