in

Ken Uston ha rovinato i giochi di blackjack di Atlantic City?

Atlantic City è diversa da qualsiasi altra destinazione di gioco d’azzardo importante nel mondo. È l’unico posto che vieta ai casinò di discriminare i giocatori esperti.

Pertanto, Atlantic City deve essere la mecca del conteggio delle carte, giusto? Puoi contare le carte a un tavolo senza temere che il boss della fossa ti picchietti sulla spalla.

Dobbiamo ringraziare Ken Uston per queste condizioni perfette. In realtà, le condizioni di conteggio delle carte in AC non sono così buone a causa di Uston.

Puoi leggere di più sulla sua storia qui sotto e se è veramente responsabile della distruzione dei giochi di blackjack di Atlantic City anni dopo.

Chi è Ken Uston?

Nato nel 1935, Ken Uston era un (video) giocatore, un primo esperto di PC, autore e giocatore d’azzardo. È diventato il più famoso per quest’ultimo.

Uston iniziò a contare le carte negli anni ’70. Si è unito ad Al Francesco, una leggenda del blackjack che ha sviluppato il concetto di “grande giocatore”.

Ma mentre Francesco lo sviluppava, Uston lo rendeva popolare. Ha scritto The Big Player: How a Team of Blackjack Players Made a Million Dollars .

Questo libro ha immortalato Uston nel mondo del blackjack e lo ha fatto sembrare uno dei massimi esperti del mondo.

Francesco in seguito avrebbe detto che Uston non guadagnava molti soldi per la sua squadra in particolare. Quest’ultimo, però, alla fine avrebbe fondato la sua squadra e sarebbe diventato un grande giocatore a pieno titolo.

Oltre a The Big Player, Uston ha mostrato la sua esperienza in altre aree scrivendo Mastering PAC-MAN (1981), Score! Battere i primi 16 videogiochi (1982) e Ken Uston’s Guide to Home Computers (1983). Questa selezione limitata delle sue opere mostra quanto fosse un individuo a tutto tondo lontano dai tavoli da gioco.

Nel 1987, Uston morì nel suo appartamento parigino all’età di 52 anni. La causa di morte indicata era l’insufficienza cardiaca.

La carriera di Blackjack di Uston

Ken Uston ha incontrato Al Francesco mentre giocava a poker. Durante questa chat ha dato uno sguardo approfondito all’immensa conoscenza del blackjack di Francesco.

Dopo aver sentito parlare della tecnica del Big Player, Uston è stato immediatamente catturato. Poco dopo è entrato a far parte della squadra di conteggio delle carte di Francesco.

Uston era solo un “spotter” per la squadra di Francesco. Il suo compito era contare le carte e segnalare al grande giocatore quando il mazzo era caldo.

Gli spotter sono una parte importante di qualsiasi squadra di grandi giocatori. Giocano con puntate minime e determinano quando il mazzo è altamente positivo.

Il grande giocatore, nel frattempo, può entrare e iniziare subito a piazzare grandi scommesse. Pertanto, sembrano essere un high roller piuttosto che un contatore di carte che distribuisce selvaggiamente le scommesse.

Tuttavia, gli spotter in realtà non portano le vincite per la squadra. L’idea di Francesco che Uston non guadagnasse molti soldi per la squadra derivava da questa dinamica.

Alla fine, Uston avrebbe raggiunto lo status di grande giocatore nella squadra di Francesco. Dopo un certo livello di successo, ha scelto di creare la sua squadra con membri come Darryl Purpose.

Il team ha fatto molti soldi giocando nei casinò di Las Vegas. Alla fine, però, furono banditi dai casinò di Las Vegas e si trasferirono ad Atlantic City.

Ken non ha aiutato la sua causa rilasciando The Big Player. Non solo la sua faccia era in copertina, ma ha anche fornito al casinò ulteriori informazioni che non conoscevano già riguardo al gioco di squadra.

Uston e il suo team affrontano Atlantic City

Nel 1976, gli elettori del New Jersey approvarono un referendum per consentire il gioco d’azzardo nei casinò di Atlantic City. Questi nuovi casinò hanno attratto i giocatori d’azzardo in vantaggio alla ricerca di un nuovo obiettivo.

Uston e il suo team sono stati tra quelli che hanno spostato le loro operazioni nel New Jersey. Una parte di questa mossa era dovuta all’opportunità, mentre l’altra era per necessità dopo essere stata bandita altrove.

Il team è durato circa un anno, o giù di lì, prima di ricevere i divieti dai casinò di Atlantic City. Resorts International 86’ing la squadra è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso.

Ken ha intentato una causa contro Resorts International nel gennaio 1979. Nel caso di Uston vs Resorts International Hotel Inc. , la Corte Suprema del New Jersey ha stabilito che i casinò AC non sono autorizzati a vietare il conteggio delle carte.

Questo giudizio, che vale ancora oggi, inizialmente sembrava una vittoria per i contatori di carte ovunque. Tuttavia, i luoghi di gioco d’azzardo di Atlantic City non stavano per iniziare a pagare vantaggi a modo dei giocatori.

Hanno risposto aggiungendo i mazzi, lasciando che i mazzieri vincessero con un 17 morbido e spostando la carta tagliata nella scarpa. I contatori di carte locali si trovarono presto a dover affrontare condizioni più difficili rispetto ai casinò di Las Vegas.

La squadra di Uston si è sciolta dopo questo calvario. È tornato a contare le carte nei casinò di Las Vegas usando vari travestimenti.

La leggenda del blackjack Arnold Snyder ha ricordato come una volta Uston si travestì da lavoratore della diga di Hoover. Ha ingannato il casinò permettendogli di distribuire le scommesse dal minimo al massimo del tavolo.

Le conseguenze della lotta di Uston contro i casinò di Atlantic City

Gli stabilimenti di gioco di Atlantic City potrebbero essere stati nuovi quando Uston ha portato Resorts International in tribunale. Tuttavia, non erano ingenui.

I casinò si sono rapidamente adattati alla necessità di accogliere tutti i giocatori di blackjack, dalla persona che divide i 10 al professionista del vantaggio che incorpora il monitoraggio della riproduzione casuale.

Le regole cambiarono non molto tempo dopo che Uston vinse la sua battaglia in tribunale. Questa vittoria legale non era realmente una vittoria per i giocatori d’azzardo o per i dilettanti (in base all’aumento del margine della casa).

I mazzi multipli sono stati il ​​primo cambiamento in arrivo. Invece di distribuire i giochi a mazzo singolo o doppio più favorevoli, i casinò AC hanno lanciato tavoli da sei e otto mazzi.

Il banco aumenta dello 0,58% da un gioco a mazzo singolo a otto. Questo cambio di regola solitario ha dato ad Atlantic City un vantaggio molto maggiore rispetto a prima.

Anche i casinò hanno iniziato a far ottenere ai dealer un 17 soft, piuttosto che stare. Questa discrepanza tra le regole aumenta il vantaggio della casa dello 0,2%.

La più grande campana a morto per i contatori sono stati i casinò che hanno piazzato la carta tagliata in precedenza. I commercianti che mescolano la scarpa prima impediscono un’adeguata penetrazione del ponte.

Per farla breve, la scena del blackjack di Atlantic City ha fatto schifo sia per i contatori che per i dilettanti dopo Uston v. Resorts International.

I contatori di carte dovrebbero odiare Uston?

La vittoria legale di Ken Uston potrebbe aver accelerato le cattive condizioni che sono ancora presenti nel blackjack AC oggi. Tuttavia, questi cambiamenti stavano arrivando comunque.

Oggi non è possibile trovare destinazioni per il gioco d’azzardo che rendano facile il conteggio delle carte da parte dei giocatori. Las Vegas, almeno in gran parte, è nota per avere regole del blackjack scadenti.

Molti giochi di Las Vegas ti pagano solo 6: 5 sui blackjack naturali. Questa vincita aumenta il vantaggio della casa dell’1,39% rispetto ai pagamenti 3: 2.

Sin City non è l’unico posto che ha regole terribili. Ovunque da Biloxi a Reno ha cambiato il gioco per contrastare i contatori.

I contatori di carte della East Coast e chiunque si trasferisse lì alla fine degli anni ’70 molto probabilmente odiava Uston. Dopotutto, ha forzato la mano di Atlantic City prima di molte destinazioni di gioco in tutto il mondo.

Ma non è che la sua battaglia legale abbia fatto qualcosa che non stava già arrivando. Las Vegas ha modificato per anni le regole dei propri vantaggi prima ancora che il gioco d’azzardo AC diventasse legale.

Il conteggio delle carte funziona ancora nei casinò di Atlantic City?

Piuttosto che odiare Ken Uston, i giocatori in vantaggio di oggi dovrebbero ringraziarlo in una certa misura. Atlantic City offre ancora condizioni battibili in alcuni casi e non puoi essere buttato fuori!

Puoi trovare tabelle AC che offrono opportunità di conteggio redditizie. Puoi anche cercare di utilizzare metodi più avanzati, come il hole carding e il monitoraggio mescolato in alcuni casi.

Ovviamente, Atlantic City non è ancora il paradiso dei contatori di carte. Le regole sono, in media, un po ‘peggiori di quelle che vedrai in altri centri di gioco d’azzardo.

Inoltre, i pit boss possono ancora portare calore guardando da vicino le partite, chattando con te o anche citando qualche piccola infrazione che hai fatto.

La chiave, però, è che non puoi essere 86 per contare le carte. Supponendo che tu sia in grado di sfruttare un casinò per le vincite, puoi continuare a farlo fino a quando le condizioni non cambiano.

Conclusione

Ken Uston è diventato una delle persone più famose a giocare a blackjack grazie alla sua abilità, paternità e lotta legale con Resorts International.

Quest’ultimo ha trasformato Atlantic City in un posto strano che non può avviare legalmente i contatori di carte. Qui, i casinò devono accogliere i giocatori vantaggiosi per legge.

I casinò AC sono come ovunque, però, in quanto alterano le regole per fermare i contatori. In particolare, possono dire ai mazzieri di mescolare la scarpa prima e fermare la penetrazione del mazzo.

Tuttavia, questa città offre ancora tavoli suscettibili in alcuni casi. Puoi approfittarne anche senza essere sbattuto sul marciapiede.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

I migliori casinò di Las Vegas per la roulette

Come mantenere la concentrazione durante una lunga sessione di poker