in

Il leggendario Rosebud Craps Team: vero o falso?

Craps non è esattamente un gioco noto per la produzione di un gran numero di giocatori professionisti. A differenza del blackjack o del poker, non si presta al gioco basato sulle abilità.

Tuttavia, alcuni esperti di gioco d’azzardo con soldi veri sostengono che puoi battere il craps attraverso il controllo dei dadi (noto anche come tiro controllato). Il controllo dei dadi si riferisce alla presa e al lancio dei dadi in modo deliberato in modo da produrre i risultati desiderati.

La squadra di dadi di Rosebud è presumibilmente la prima collezione di giocatori a padroneggiare questa tecnica. Presumibilmente hanno battuto i casinò di Las Vegas e Atlantic City per profitti costanti negli anni ’90 e nei primi anni 2000.

Tuttavia, sia le origini che i risultati del team di Rosebud rimangono avvolti nel mistero. Detto questo, discuterò se questa squadra ha battuto i dadi o se è esistita.

Origini del team di Rosebud Craps

L’autore di giochi d’azzardo Jerry L. Patterson si è affermato come uno dei primi eminenti esperti di dadi. Ha pubblicato libri e articoli sull’argomento.

Negli anni ’90, Patterson ha sviluppato il proprio sistema di tiro controllato chiamato “Patterson Rhythm Roll” (aka PARR). Desideroso di mettere in mostra il PARR e guadagnare con la sua idea, l’autore ha tenuto un seminario di craps a Las Vegas.

79 persone hanno partecipato al suo primo workshop PARR. Tra i presenti c’era un uomo di nome Chris Pawlicki.

Ora noto come “Tiratore scelto”, Pawlicki era un ingegnere meccanico a Detroit.

Tuttavia, aveva l’ambizione di diventare un giocatore professionista con soldi veri.

Sentiva che l’officina di Patterson poteva davvero aiutare il suo gioco. Pawlicki si è distinto come uno studente serio e diligente.

Patterson gli ha chiesto di collaborare di più sul controllo dei dadi. I due hanno creato insieme il “Perfect Pitch Delivery system” e il “PARR Dice Control Course”.

Pawlicki ha trasformato questi sforzi in un libro intitolato Get the Edge at Craps . Con oltre 300 pagine, questo lavoro è considerato una delle discussioni più estese sul controllo dei dadi ovunque.

A parte i loro sforzi di scrittura, Patterson e Pawlicki avrebbero formato una squadra di tiro controllato di successo. Poco si sa del loro vero tasso di successo o di quanto tempo siano durati.

Profilato nel documentario di Breaking Vegas

La principale fonte di informazioni sul team di dadi di Rosebud è la serie di History Channel Breaking Vegas . Un episodio intitolato “Breaking Vegas: The Dominator” discute in profondità Pawlicki, Patterson e il team di Rosebud.

Il focus dell’episodio era sulla squadra di Frank Scoblete e Dominic “The Dominator” LoRiggio. Tuttavia, conteneva anche molti contenuti sul tempo trascorso da Rosebud e LoRiggio con loro.

Si dice che Pawlicki abbia trascorso tre anni a studiare la meccanica dei dadi in movimento. Ha usato il suo background ingegneristico per inventare tecniche di lancio dei dadi di successo.

Il tiratore scelto ha quindi iniziato a offrire corsi di controllo dei dadi. Insegnava ai corsi su un tavolo da dadi nel suo garage e faceva pagare quasi $ 600 per studente.

Il dottore afferma che LoRiggio è stato uno dei primi studenti di Pawlicki. LoRiggio ha mostrato abbastanza promesse da essere eventualmente invitato nella squadra di Rosebud.

Nell’autunno del 1999, Pawlicki, LoRiggio e Patterson raggiunsero Atlantic City per la loro prima avventura come squadra al completo. LoRiggio ha avuto un inizio difficile alla sua prima uscita, ma si è sistemato e ha iniziato a fare soldi per la squadra.

La personalità di LoRiggio non coincide con il resto di Rosebud

“Breaking Vegas: The Dominator” ha interpretato Pawlicki e Patterson come ragazzi rilassati. LoRiggio, nel frattempo, era l’esatto contrario.

Gli piaceva scommettere in grande e festeggiare ancora più in grande quando era in una serie calda. Pawlick ha dovuto prenderlo da parte a un certo punto e ribadire le regole della squadra.

Ecco un riepilogo delle linee guida di Rosebud:

  • Non si diventa ricchi velocemente.
  • Fai scommesse piccole e prudenti (niente più di $ 10).
  • Nessuna celebrazione eccessiva.
  • Non offendere gli equipaggi del tavolo.

Il Dominator ha affermato che avrebbe attenuato le cose in modo da poter restare con la squadra. Il trio ha quindi iniziato a colpire vari punti caldi del gioco d’azzardo negli Stati Uniti, inclusi i casinò di Las Vegas, Atlantic City e Reno.

Spesso portavano con sé un bankroll combinato di $ 10.000 per ogni destinazione. Pawlicki ha notato che normalmente finivano il fine settimana con un profitto di $ 5.000 (diviso in tre modi).

Tuttavia, LoRiggio non era ancora soddisfatto delle dimensioni delle scommesse conservative e dei profitti moderati. Voleva anche far uscire le sue emozioni quando ne aveva voglia.

LoRiggio incontra Scoblete e se ne va

Il Dominator si sentiva già soffocato dall’approccio conservatore del team Rosebud. LoRiggio stava riflettendo sul suo futuro con la squadra a questo punto. Per coincidenza, ha anche incontrato Scoblete nello stesso periodo. Il documentario affermava che Scoblete partecipò a una sessione di prove libere di Rosebud.

Lui e LoRiggio si sono accordati abbastanza rapidamente. Scoblete, che è anche un buon tiratore di per sé, non ha problemi con lo spettacolo o il gioco d’azzardo.

Nell’autunno del 2001, solo due anni dopo essere entrato a far parte di Rosebud, LoRiggio stava giocando a dadi con soldi veri dalla parte di Scoblete. Alla fine, i due decisero che Il Dominatore doveva fare quello che aveva intenzione di fare fin dall’inizio: lasciare Rosebud.

Ha informato la squadra della sua decisione. Pawlicki e Patterson non erano felici, ma hanno accettato la sua scelta. La mossa si è rivelata buona per LoRiggio. Lui e Scoblete hanno collaborato per fare fortuna attraverso il controllo dei dadi.

Il loro stile era totalmente diverso da Rosebud. Erano disposti a scommettere in grande e lanciare colpi verbali agli stickman quando necessario. Hanno guadagnato sei cifre di profitti in meno di sei mesi. Scoblete e LoRiggio sono riusciti ad accumulare un bankroll del valore di oltre $ 100.000.

Tuttavia, il loro successo non è stato senza conseguenze. Hanno dovuto affrontare ulteriori molestie da parte delle squadre di tavoli. Ma erano ancora in grado di giocare e vincere come volevano.

Quali sono stati i risultati di Rosebud?

Poco si sa di cosa sia successo a Rosebud dopo il litigio con LoRiggio. Presumibilmente hanno continuato ad avere successo con la loro strategia di piccole scommesse.

In ogni caso, hanno fatto bene fino alla loro rottura con The Dominator. Il team è stato in grado di generare profitti solidi scommettendo tra $ 5 e $ 10 in ogni round.

Ovviamente, il problema con questa strategia è che non porta fortuna. I giocatori di Rosebud probabilmente non hanno guadagnato più di $ 1.000 ciascuno per un intero fine settimana di gioco.

Ma il loro obiettivo non era guadagnare decine di migliaia di dollari ogni settimana. Volevano invece profitti sostenibili per un lungo periodo di tempo.

Gran parte di questo obiettivo dipendeva dal mantenere le dimensioni delle scommesse basse e dai festeggiamenti nascosti. Sembravano fare bene in questo sulla base delle rievocazioni del documentario.

Soprattutto, Rosebud è meglio conosciuto come il primo team di controllo dei dadi di craps. Se prima di loro esisteva un’altra squadra, allora è priva di documenti.

Il team di Rosebud Craps esiste davvero?

Tutto quello che ho trattato finora presume che il contenuto di “Breaking Vegas: The Dominator” sia corretto. Ma cosa succede se il documento e / oi suoi partecipanti non sono del tutto sinceri?

Prima di tutto, i produttori di “Breaking Vegas: The Dominator” stavano semplicemente raccontando storie raccontate dai giocatori. Il tiro controllato, tuttavia, è una tecnica discutibile in sé.

Alcuni si chiedono se il controllo dei dadi funzioni o meno. Sottolineano il fatto che i casinò non lanciano i lanciatori di dadi nello stesso modo in cui fanno i contatori di carte.

Inoltre, Pawlicki, Scoblete e LoRiggio hanno tutti fatto soldi con i corsi di tiro controllato. E se fossero tutti coinvolti insieme e inventassero le storie per Breaking Vegas per pubblicizzarsi?

Successivamente, un altro speciale intitolato “Le più grandi truffe del gioco d’azzardo al mondo: il Dominatore e il tocco d’oro” contraddice Breaking Vegas .

In questo speciale, Scoblete parla di come ha incontrato LoRiggio al Treasure Island Casino nel 2002. Stava cercando un libro intitolato The Craps Underground e ha intervistato The Dominator come parte di esso.

I due alla fine hanno deciso di visitare i tavoli per vedere se l’un l’altro era buono come pubblicizzato. Se ne andarono impressionati l’uno dell’altro.

Scoblete e LoRiggio hanno formato una squadra in seguito e presumibilmente hanno fatto un sacco di soldi insieme. Tuttavia, nulla è menzionato in anticipo sul fatto che LoRiggio faccia parte di Rosebud.

Inoltre, le tempistiche non corrispondono qui. Breaking Vegas osserva che LoRiggio e Scoblete si sono incontrati nel garage di Rosebud nell’autunno del 2001. Tuttavia, Scoblete discute di come ha incontrato per la prima volta The Dominator a Treasure Island nel 2002.

Conclusione

Craps non è mai stato considerato un ottimo gioco per i giocatori professionisti. In effetti, molti si chiedono se il controllo dei dadi sia reale o meno.

Le stesse persone potrebbero anche mettere in dubbio la validità della squadra di dadi di Rosebud. Se le riprese controllate non funzionano, Rosebud non avrebbe potuto realizzare profitti consistenti.

Un altro problema sono le fonti di informazione. Prima di tutto, molte persone che hanno fatto soldi con il concetto di controllo dei dadi sono i narratori.

LoRiggio, Pawlick e Scoblete hanno anche scritto libri e tenuto corsi sul controllo dei dadi. Scoblete e LoRiggio hanno riscosso particolare successo con il loro marchio Golden Touch.

Tutti e tre sono apparsi nell’episodio del documentario intitolato “Breaking Vegas: The Dominator”. A proposito, il documento stesso è un po ‘impreciso. O Scoblete o Breaking Vegas hanno la cronologia e la storia sbagliate quando si è formato il team Golden Touch. La mia ipotesi è che sia quest’ultima.

Inoltre, il documentario è stato creato per scopi di intrattenimento e parti di esso sembrano molto abbellite. Ad un certo punto, l’attore che interpreta Scoblete minaccia la vita di uno stickman.

In sintesi, se la squadra di dadi di Rosebud esistesse o meno è discutibile. È possibile che Patterson, Pawlicki e LoRiggio abbiano provato a manipolare i dadi e vincere soldi.

Quanto successo hanno avuto è la grande domanda. Dopotutto, Rosebud non è andato giù nella tradizione del gioco d’azzardo come, ad esempio, la squadra di blackjack del MIT.

I casinò di Las Vegas stanno guadagnando più soldi dai giocatori che mai

Fatti del chip del casinò da ricordare la prossima volta che visiti Las Vegas