in

Fortuna del gioco e superstizioni del casinò

Ho pensato che sarebbe stato divertente esaminare l’argomento della fortuna nel gioco d’azzardo e in che tipo di superstizioni credono i vari giocatori d’azzardo.

Sono un realista dalla mente dura e dal naso duro, quindi non sono affatto superstizioso.

In effetti, sono un po ‘snob intellettuale quando si tratta di cose come il pensiero magico.

Ma è divertente pensare a come funzionano cose come la fortuna in un casinò.

La fortuna nel gioco d’azzardo è solo una deviazione statistica

Ogni volta che si ha a che fare con un evento incerto, si misura la probabilità che quell’evento si verifichi con un’unità chiamata probabilità. È proprio come misurare il tempo con unità come i minuti o la distanza con unità come le miglia.

E la probabilità è altrettanto esatta.

La differenza è che gli eventi casuali sono, beh … casuali. Puoi fare previsioni, ma non puoi esserne sicuro.

Chiedi a chiunque abbia scommesso su Hilary Clinton di vincere le elezioni nel 2016.

Gli esperti l’hanno considerata una delle preferite, ma anche quando qualcuno ha una probabilità del 70% di vincere qualcosa, non è una cosa sicura. In effetti, una probabilità di vincita del 30% è ancora enorme. Chiedi a chiunque abbia perso con una coppia contro il progetto di colore di un avversario al tavolo di Texas Hold’em.

Ti aspetterai che qualcuno vinca o perda quando giochi a un determinato tasso specifico basato sulla probabilità, ma con eventi casuali non puoi prevedere cosa accadrà nel breve periodo.

L’esempio definitivo del breve periodo è un singolo evento.

Ad esempio, quando guardi le probabilità della roulette per le scommesse sul nero, hai una probabilità di vincita del 47,37% e il casinò ha una probabilità di vincita del 52,63%.

Ma vincerai o perderai.

Non riceverai indietro il 47,37% dei tuoi soldi. È l’uno o l’altro.

E in caso di due eventi casuali di seguito, beh, potresti vincere una volta e perdere una volta, oppure potresti vincere due volte, o potresti perdere due volte. Non sono ugualmente probabili, ma succede sempre.

Quali tipi di cose non influenzano la probabilità?

Supponi di indossare il tuo cappello fortunato al casinò. La probabilità di vincere una scommessa sul nero al tavolo della roulette cambia?

I giocatori superstiziosi credono che la probabilità cambi in base a quel cappello. Pensano di avere più probabilità di essere fortunati.

I realisti, d’altra parte, capiscono che la probabilità ha una formula e tiene conto solo di due cose:

Il numero di modi in cui un evento può accadere rispetto al numero totale di eventi possibili.

Su una ruota della roulette, hai 38 numeri totali, 18 dei quali sono neri. Se scommetti sul nero, hai 18 possibili eventi vincenti contro 38 possibili eventi totali. È la stessa cosa del 18/38, o 47,37%.

Questa probabilità non è influenzata dal tuo cappello o dalla tua maglietta fortunata. Non è influenzato nemmeno da qualcuno che ti dà un bacio veloce per fortuna. (Scusa, Luke Skywalker.)

Non importa nemmeno portare in giro qualsiasi tipo di portafortuna. Perché dovrebbe?

Se fosse importante, non saresti in grado di garantire di diventare ricco al casinò?

Dopo tutto, il vantaggio della casa è generalmente un numero piccolo. Non dovresti influenzarlo molto per passare da un perdente a un vincitore.

Perché i giocatori d’azzardo sono superstiziosi?

Il cervello umano è programmato per cercare schemi e dare loro un senso. È un istinto di sopravvivenza che li ha aiutati quando gli uomini delle caverne cercavano di eludere le tigri dai denti a sciabola.

Ma ciò non significa che tutti gli schemi che la mente umana rileva siano precisi predittori del futuro.

Il cervello non può fare a meno di notare i modelli e aggiungere significato ad essi.

Gli esseri umani sperimentano anche qualcosa chiamato bias di conferma. Conosco innumerevoli persone che visitano il casinò un paio di volte al mese o più. Parlano sempre delle loro sessioni vincenti, ma raramente li sento dire qualcosa sulle loro sessioni perdenti. La maggior parte di loro è convinta di vincere tanto denaro quanto perde. Sono convinti di essere in pareggio.

Ma non conosco nessuno di loro che tenga dei registri e possa effettivamente dimostrare sulla carta che stanno andando in pareggio.

E i poteri psichici?

Ho un amico che è un sensitivo. Non mi ha mai chiesto se credessi o meno nei suoi poteri psichici, e non ho mai sentito il bisogno di dirgli quello che pensavo. Sospetto però che creda davvero nei suoi poteri psichici.

Una volta ha scritto un post sul blog su come usare i tuoi poteri psichici innati per vincere più spesso a poker. Non ho mai giocato a poker con lui, ma sicuramente mi piacerebbe.

Una volta siamo andati al ristorante e la cameriera aveva un accento. Stava flirtando con lei e le ha chiesto di che paese proveniva. Ha detto che veniva dalla Bielorussia (o qualcosa del genere), e lui ha risposto: “In un milione di anni, non l’avrei mai immaginato”.

Ok, quindi sei un sensitivo E hai un grande indizio: puoi SENTIRE o accento.

E ancora non riesci a indovinare da dove viene?

Dopotutto, ci sono solo 200 o giù di lì paesi nel mondo che sono possibilità. Puoi eliminarne molti semplicemente tramite il processo di eliminazione. Ovviamente non veniva dal Canada o dal Messico, per esempio.

Nessuno ha mai dimostrato di possedere poteri psichici, però. La James Randi Educational Foundation offriva un milione di dollari a chiunque potesse dimostrare qualsiasi tipo di abilità paranormali in condizioni di test rigorose.

Nessuno ha mai vinto il milione di dollari, nemmeno famosi sensitivi come Sylvia Browne.

Anche questa non è una sfida disponibile solo un anno. La sfida è stata offerta costantemente dal 1964 fino alla sua conclusione nel 2015.

In 50 anni, nessuno ha mai dimostrato prove credibili di capacità psichiche.

Forse quei sensitivi erano troppo occupati a prevedere i numeri della lotteria e vincere le partite di poker?

Sì, ne dubito anch’io.

Che dire dell’errore dei giocatori d’azzardo, anche questa è una superstizione?

Anche qui scrivo molto dell’errore dei giocatori d’azzardo. È l’errata convinzione che gli eventi passati abbiano un’influenza sulle probabilità di eventi futuri. Ad esempio, se stai giocando alla roulette e il rosso è uscito 6 volte di seguito, potresti pensare che il rosso abbia meno probabilità di uscire al giro successivo.

Questo non significa che tu sia superstizioso se non nel senso più letterale e generico.

Significa solo che non afferri del tutto alcune delle sottigliezze della probabilità come concetto matematico.

Un fatto importante alla base della maggior parte dei giochi d’azzardo è che stai scommettendo su un evento indipendente. Ciò che è accaduto nel precedente evento indipendente non ha alcun effetto sul successivo.

Ecco perché vengono chiamati eventi “indipendenti”.

Il blackjack è un’eccezione notevole, comunque. Man mano che le carte vengono distribuite nel blackjack, la composizione del mazzo cambia. Questo ha un effetto sulle probabilità mentre giochi.

Ecco un esempio:

Supponi di giocare a blackjack da un unico mazzo e che i quattro assi siano già stati distribuiti. A meno che il mazziere non mischi il mazzo prima di distribuire la mano successiva, la tua probabilità di ottenere un “naturale” o un “blackjack” nella mano successiva è scesa allo 0%.

Non puoi avere un blackjack senza un asso e non ci sono più assi rimasti nel mazzo.

Se non esiste la fortuna, come posso vincere al gioco d’azzardo?

Per la maggior parte delle persone, vincere al gioco d’azzardo su qualsiasi base coerente è un obiettivo non realistico. La maggior parte delle persone semplicemente non vuole impegnarsi per cambiare le probabilità. E, con molti giochi, la maggior parte in effetti, niente di ciò che fai può comunque cambiare le probabilità.

Il blackjack è un’eccezione perché puoi imparare a contare le carte.

Le scommesse sportive sono un’altra eccezione perché puoi cercare le disuguaglianze nelle quote offerte dalle scommesse sportive per ottenere un vantaggio matematico.

Giocare a poker con soldi veri è un’altra eccezione perché puoi usare una varietà di abilità per giocare meglio dei tuoi avversari, dandoti un vantaggio matematico.

Ma niente di tutto ciò ha a che fare con alcun tipo di poteri psichici o portafortuna.

Sì, puoi essere fortunato e vincere al gioco d’azzardo.

Ma a meno che tu non sia l’eccezione alla regola – un giocatore di vantaggio – non hai alcun controllo su ciò che accade. Paghi solo i tuoi soldi e corri le tue possibilità.

La soluzione migliore è presumere che le tue attività di gioco d’azzardo siano una forma di intrattenimento. A lungo termine, perderai soldi giocando d’azzardo, ma va bene finché ti piacciono gli alti e bassi sulla strada per il fallimento.

Ovviamente, se mantieni un budget realistico per il tuo gioco d’azzardo, non dovrai nemmeno preoccuparti di andare in rovina.

Conclusione

Come funziona la fortuna nel gioco d’azzardo?

È solo una questione di deviazione nel breve periodo. Alla lunga, ogni giocatore di poker riceve le stesse carte più e più volte.

Sii realista. Considera il gioco d’azzardo come un intrattenimento. Budget per questo e divertiti sapendo che le tue aspettative per l’esperienza sono realistiche.

La scena del casinò dell’Alabama

Termini del gioco d’azzardo che ogni visitatore di Las Vegas dovrebbe conoscere – (Parte 1 di 3)