in

Cosa fa il gioco d’azzardo al tuo cervello?

Le persone che affermano che il gioco d’azzardo non è davvero una dipendenza perché non è coinvolto l’abuso di sostanze mi fanno arrabbiare.

I fatti scientifici che circondano il gioco d’azzardo problematico sono chiari:

Il gioco d’azzardo causa cambiamenti misurabili e oggettivi nella chimica del tuo cervello.

Le persone pensano di avere molto controllo sulle proprie azioni e sentimenti, ma la realtà è questa:

La maggior parte di noi è in balia degli ormoni nel nostro cervello che influenzano le nostre decisioni in modo drammatico.

Le emozioni che provi sono tempeste chimiche in corso nel tuo cervello. Vincere al gioco d’azzardo rilascia dopamina, che ti fa sentire bene.

È la stessa sostanza chimica che si attiva quando si abusa di una sostanza.

Lo scopo di questo post è semplice:

Per descrivere cosa fa il gioco d’azzardo al tuo cervello.

Che cos’è la dopamina e come funziona?

La dopamina è un ormone che il tuo sistema nervoso centrale utilizza per comunicare da una cellula nervosa all’altra. Gli scienziati li chiamano neurotrasmettitori e la dopamina è solo un tipo di neurotrasmettitore nel sistema nervoso centrale.

E, naturalmente, il cervello è l’organo principale del tuo sistema nervoso centrale.

Pensa alla dopamina come a una delle tante sostanze chimiche che trasmettono messaggi da una cellula all’altra.

La dopamina è il neurotrasmettitore che provoca piacere. Quando ti piace qualcosa, qualsiasi cosa, parte del motivo è che rilascia dopamina.

La dopamina influenza il modo in cui il tuo cervello e il tuo corpo gestiscono cose come l’apprendimento, l’umore, il dolore e il sonno. Colpisce anche alcune funzioni strettamente fisiche come la frequenza cardiaca, la funzione renale e persino l’allattamento.

I cambiamenti nei livelli di dopamina possono causare problemi di salute mentale come l’ADHD e la schizofrenia.

Ma la cosa più interessante che colpisce la dopamina, almeno ai fini di questo post sul blog, è la dipendenza.

I farmaci innescano il rilascio di molta dopamina nel cervello, facendoti sentire bene.

Ma dopo aver usato ripetutamente un farmaco, diventi meno suscettibile a questa sensazione e il tuo corpo smette anche di produrre tanta dopamina naturalmente.

E questo porta alla dipendenza dal gioco.

E porta alla depressione quando rinunci per la prima volta alla tua sostanza di scelta.

Il gioco d’azzardo innesca una risposta della dopamina osservabile e misurabile nel cervello

Potresti pensare che le uniche persone che soffrono di sintomi di astinenza siano alcolisti e tossicodipendenti. Se è così, sei fuori base.

I giocatori compulsivi soffrono degli stessi sintomi di astinenza dei consumatori di droga. Dal momento che il gioco d’azzardo funge da innesco per il rilascio di dopamina, i giocatori spesso si sentono benissimo, proprio come farebbe qualcuno se fosse cocaina, per esempio.

In effetti, la dopamina è il neurotrasmettitore più potente del tuo corpo.

E quanta dopamina in più viene attivata quando giochi?

Immagina 10 volte la quantità abituale di dopamina che inonda il tuo cervello.

Ecco perché alcune persone non riescono a smettere di giocare.

E peggiora, perché non puoi prevedere quando subirai il colpo di dopamina.

Il cervello forma una tolleranza

Ci vuole tempo, ma una volta che qualcuno ha giocato abbastanza, il cervello forma una tolleranza alla dopamina rilasciata dal gioco. I tossicodipendenti sperimentano lo stesso fenomeno.

Fondamentalmente, pensa al tuo cervello come se avesse un sistema di ricompensa del piacere. Questo sistema si indebolisce nel tempo con un uso eccessivo di quella risposta alla dopamina.

Ma stai ancora desiderando quella sensazione, quindi devi correre rischi maggiori per ottenere ricompense maggiori (più dopamina).

Nel breve periodo, inizi a desiderare il brivido. Queste voglie diventano più difficili da affrontare nel tempo.

A lungo termine, la maggior parte delle persone alla fine deve ridurre il proprio gioco d’azzardo perché il bankroll del casinò si esaurisce. Ora non hai alcun rilascio di dopamina in corso e inizi a sentirti depresso.

Per la maggior parte delle persone, la consulenza è necessaria a questo punto.

Dipendenze da processo e dipendenze da sostanze

Qualcuno con diagnosi di disturbo da gioco d’azzardo non può controllare la sua voglia di giocare, indipendentemente dalle conseguenze. Se vuoi vederlo in azione, guarda un film chiamato The Gambler . (Entrambe le versioni andranno bene, anche se mi piace l’originale con James Caan.)

E queste conseguenze possono essere di vasta portata. Può influenzare le tue finanze, per ovvie ragioni, ma può anche danneggiare le tue relazioni. Alla fine ci vorrà un pedaggio sulla tua salute mentale e fisica.

Il gioco d’azzardo problematico non è stato nemmeno considerato una malattia mentale legittima fino al 1980, quando è stato elencato nel Manuale diagnostico e statistico . Questo è il libro che l’American Psychiatric Association usa per delineare le malattie mentali.

Il gioco d’azzardo problematico è stato ribattezzato disturbo del gioco d’azzardo e spostato nella sezione Disturbi correlati a sostanze e dipendenza del manuale nel 2013.

Ciò chiarisce la maggiore comprensione della scienza di quanto siano simili la dipendenza da sostanze e la dipendenza dal gioco.

Quando si tratta delle risposte del cervello al gioco d’azzardo, vedi gli stessi sintomi che vedresti per la tossicodipendenza:

  • Voglie
  • Alti
  • Incapacità di moderare
  • Incapacità di astenersi
  • Problemi di vita
  • Tolleranza
  • Ritiro

Gli scienziati pensano che tossicodipendenti, alcolisti e giocatori d’azzardo problematici condividano tutti cervelli simili che sono in qualche modo diversi da un cervello “normale”. Queste anomalie si riferiscono al controllo degli impulsi e al modo in cui il cervello elabora le ricompense.

Cosa succede al tuo cervello quando giochi?

Ricorda quei vecchi spot pubblicitari che dicevano: “Questo è il tuo cervello. Questo è il tuo cervello sotto l’effetto delle droghe.”

Erano sciocchi, ma gli scienziati sono in grado di vedere esattamente cosa succede nel cervello di qualcuno quando usa alcol o droghe, e sono anche in grado di vedere cosa succede nel tuo cervello quando giochi.

Usano immagini del cervello e test chimici che misurano la quantità di sostanze neurochimiche nel cervello per misurarlo. È così che sanno che il cervello dei tossicodipendenti e dei giocatori problematici funziona più o meno allo stesso modo.

Le due aree principali del cervello esaminate da questi studi sono:

  • La corteccia prefrontale
  • Lo striato ventrale

La corteccia prefrontale è fondamentalmente la parte del cervello nella parte anteriore. Controlla la pianificazione per il futuro e come funziona la tua personalità. In altre parole, è la parte del tuo cervello che stabilisce gli obiettivi.

Quando cerchi di prestare attenzione a qualcosa, quella è la tua corteccia prefrontale che funzionerà. È anche la parte del tuo cervello che pensa in anticipo alle conseguenze delle tue azioni.

Lo striato ventrale è dove il tuo cervello elabora i premi. È nel profondo del tuo cervello. Controlla anche il tuo sistema limbico, quella parte del tuo cervello che elabora le emozioni e la memoria.

Cosa vedono gli scienziati quando giochi d’azzardo?

Il flusso sanguigno alla corteccia prefrontale e allo striato ventrale aumenta nello stesso modo in cui avviene quando un consumatore di cocaina assume cocaina.

Vedono anche che, in generale, lo striato ventrale è meno attivo nel cervello dei tossicodipendenti e dei giocatori problematici. Poiché questa è l’area del cervello che controlla la felicità, tra le altre emozioni, sembra chiaro che il gioco d’azzardo e l’uso di droghe attenuano la capacità di quella parte del cervello di svolgere il proprio lavoro.

Il gioco d’azzardo distorce anche la tua percezione della realtà

Qualsiasi gioco d’azzardo, compreso il gioco d’azzardo, può essere divertente. In effetti, la maggior parte degli americani ha giocato in un casinò tradizionale ad un certo punto della propria vita. Quando chiedi alle persone perché stanno giocando, di solito parlano di quanto sia divertente.

La maggior parte delle persone è anche consapevole che si tratta di giochi progettati specificamente per farli perdere.

Quello di cui non sono consapevoli è come questi giochi siano progettati specificamente per attivare determinati aspetti della chimica del tuo cervello per farti continuare a giocare.

Uno dei tratti distintivi del gioco d’azzardo è la sua incertezza, se è la dimensione di un jackpot o la probabilità di vincere. E l’incertezza della ricompensa gioca un ruolo cruciale nell’attrazione del gioco d’azzardo.

A quanto pare, il tuo cervello premia l’incertezza. Ogni volta che fai qualcosa che ti fa sentire bene, il tuo cervello riceve una dose di dopamina. Quando rendi incerto il rilascio di quella dopamina, ti motiva ancora di più a piazzare la prossima scommessa.

Alla fine il tuo cervello inizia anche a rispondere alla perdita

Penseresti che l’equazione per il gioco d’azzardo sia semplice: vinci occasionalmente, rilasciando dopamina, quindi continui a giocare – sperando di vincere.

Ma quando qualcuno sviluppa una dipendenza dal gioco, perdere può rilasciare la stessa quantità di dopamina della vittoria.

Immagina di essere così dipendente dal gioco d’azzardo che desideri ancora più azione quando perdi invece che solo quando vinci.

Questo è uno dei motivi per cui i giocatori compulsivi hanno così tanti problemi a smettere.

Non sono nemmeno gli unici aspetti dei giochi che innescano reazioni nel cervello. Le slot machine e i giochi di video poker hanno luci e musica che stimolano anche il rilascio di dopamina nel cervello.

I produttori di casinò e slot machine hanno un interesse finanziario nel rendere questi giochi il più avvincenti possibile. Testano ogni aspetto del design di un gioco, incluso il rapporto di successo, per renderli il più avvincenti possibile.

Conclusione

Cosa fa il gioco d’azzardo al tuo cervello?

Per lo più innesca una risposta della dopamina e alla fine fa sì che la parte del tuo cervello che prova piacere diventi insensibile, richiedendo colpi sempre più grandi di dopamina per sentirsi bene.

Inserito in: Casino

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Come fai a sapere quando smettere di giocare?

Due dei casinò più popolari che le donne amano