in

Come Francois Blanc ha usato la roulette per dominare il mondo dei casinò

La roulette è uno dei giochi da casinò più popolari al mondo. Tuttavia, oggi non è IL gioco da casinò più popolare.

Al contrario, le slot machine governano l’industria dei giochi al giorno d’oggi. C’era una volta, però, la roulette era l’opzione preferita tra i giocatori d’azzardo.

In effetti, Francois Blanc lo usò per dominare l’industria del gioco d’azzardo europea per tutto il diciottesimo secolo. Puoi saperne di più su Blanc di seguito insieme al motivo per cui la roulette era così importante per il suo impero di gioco.

Chi era Francois Blanc?

Francois Blanc era un imprenditore che visse dal 1806 al 1877. Divenne noto sia come “Mago di Homburg” che “Mago di Monte Carlo” per la sua abilità nel gioco d’azzardo.

Francois e suo fratello, Louis, sono cresciuti in una piccola città nel sud-est della Francia. Il loro periodo dell’anno preferito era quando il circo arrivò in città.

I fratelli erano così affascinati dal circo che si unirono a uno. I loro nuovi lavori li hanno portati in tutta la Francia mentre imparavano i vari trucchi del settore.

Tuttavia, non hanno fatto fortuna nell’intrattenimento circense. Invece, hanno messo radici a Marsiglia e hanno iniziato a lavorare per un casinò.

Louis e Francois avevano sempre sognato di diventare ricchi. Hanno usato i loro guadagni dall’industria del gioco per avviare una banca a Bordeaux.

Il duo ha iniziato a speculare su immobili e pensioni attraverso la banca. Francois e Louis usarono pratiche discutibili, che in seguito sarebbero state messe fuorilegge, per fare fortuna.

La polizia francese ha arrestato i Blancs e li ha costretti a pagare una multa per aver corrotto i funzionari locali. I fratelli non hanno scontato la prigione, ma hanno deciso di lasciare Bordeaux per Parigi in seguito.

Come Francois ha trasformato Homburg in una popolare destinazione turistica

Una volta a Parigi, Francois e Louis Blanc sono tornati al mondo dei giochi. Hanno iniziato a offrire opportunità di scommesse che hanno promosso leggi anti-gioco d’azzardo in Francia.

Tuttavia, il re Luigi Filippo mise fuori legge il gioco d’azzardo in tutto il paese e costrinse i Blancs a muoversi di nuovo. Hanno aperto un casinò a Bad Homburg, in Germania, e hanno sperimentato il loro più grande successo.

Bad Homburg all’epoca stava lottando finanziariamente. Francois ha stipulato un lucroso contratto con il monarca locale che non includeva solo il gioco d’azzardo ma anche altre forme di intrattenimento.

Ben presto, Homburg divenne una delle destinazioni turistiche europee più popolari grazie ai suoi casinò, spa, teatri e hotel lussuosi. Tuttavia, Francois sentiva ancora che mancava qualcosa nel reparto giochi.

L’invenzione della roulette europea

Sebbene Bad Homburg fosse certamente popolare tra i giocatori d’azzardo, era ancora in ritardo rispetto ai casinò di Parigi. Parigi, che si trova a circa 600 chilometri (372 miglia) a ovest, offriva più attrazioni circostanti e case da gioco più grandi.

Francois aveva bisogno di un modo per distinguere Homburg da Parigi e dal resto del mondo. Nel 1843, ha introdotto una ruota della roulette con un unico zero.

Altre varianti di roulette all’epoca presentavano una tasca con zero singolo e doppio zero. Questa configurazione, che oggi è conosciuta come la ruota americana, dà alla casa un vantaggio del 5,26%.

Si arriva a questo vantaggio della casa dividendo le due caselle amichevoli per il numero totale di caselle (2/38).

I giocatori d’azzardo a metà del 1800 erano abbastanza esperti con questa ruota. Il singolo e il doppio zero erano standard all’epoca.

Francois ha deciso di differenziare se stesso e Homburg dal mondo del gioco d’azzardo. Ha introdotto una nuova ruota che non includeva il doppio zero.

Ora chiamata roulette europea, questo gioco offre solo un vantaggio del banco del 2,70%. Si arriva a questa cifra dividendo la tasca adatta alla casa solitaria per il numero totale di tasche (1/37).

Si diffuse rapidamente la notizia di una nuova variante della roulette che dava ai giocatori maggiori possibilità di vincere. Ancora più giocatori d’azzardo si sono riversati a Homburg cercando di aumentare le loro possibilità di vincita.

Le leggende affermavano che Francois fece un patto con il diavolo per ottenere i “segreti della roulette”. I sostenitori hanno sottolineato come la somma di tutti i numeri sulla ruota della roulette (da 0 a 36) si sommano a 666 (Numero della bestia).

Ma niente di satanico era davvero in gioco. I fratelli Blanc hanno fatto solo semplici calcoli e hanno quasi dimezzato il vantaggio della casa della roulette.

Francois sposta il suo impero a Monaco

Francoforte dichiarò fuorilegge il gioco d’azzardo all’inizio degli anni 1860, che colpì Bad Homburg e altre città della regione. La città tedesca sentiva di non aver più bisogno dei casinò per attirare i turisti.

Questa decisione lasciò il Mago di Homburg alla rapida ricerca di un modo per continuare la sua redditizia operazione di gioco d’azzardo. Ha trovato un partner disponibile nella famiglia reale di Monaco.

Monaco è un principato incuneato tra la Costa Azzurra e il Mar Mediterraneo. All’epoca attirava alcuni turisti solo per la sua bellezza naturale, specialmente durante l’estate.

Francois pensava che la piccola nazione potesse essere un’attrazione più grande. Fu anche incoraggiato dal modo in cui il principe di Monaco, Carlo III, aveva recentemente legalizzato il gioco d’azzardo. Carlo III ipotizzò correttamente che Francois avrebbe potuto portare un’impresa di casinò di successo a Monaco. Quindi, il principe ha designato Monte Carlo come zona di gioco d’azzardo del paese.

Ma c’era solo un problema: Monaco era una zona relativamente isolata. Poche autostrade e nessuna ferrovia portava al principato.

I Blanc fanno un investimento enorme

La fortuna dei fratelli Blanc subì un duro colpo dopo che furono improvvisamente costretti ad abbandonare i loro casinò a Homburg. Tuttavia, erano rimasti quasi 2,3 milioni di franchi.

Hanno usato questi soldi per creare un nuovo stabilimento per il gioco d’azzardo a Monaco. Oltre a costruire un casinò, Francois e Louis migliorarono le strade circostanti e costruirono una ferrovia che portava al paese.

La famiglia reale di Monaco aveva avuto difficoltà finanziarie prima dell’arrivo dei Blanc. Carlo III diede a Francois molte libertà per quanto riguarda il gioco d’azzardo nel tentativo di cambiare le cose.

I Blancs hanno fatto una grande scommessa sul Monaco riversando tutti i loro soldi in questa destinazione fuori mano. Sono stati ricompensati perché oltre 30.000 persone hanno visitato il principato nel suo primo anno dopo l’investimento.

La roulette europea dimostra ancora una volta un grande successo

Francois è stato in grado di trasformare Bad Homburg in una delle principali destinazioni di gioco d’azzardo in gran parte per la roulette europea. Non sorprende che anche a Monte Carlo abbia lanciato la ruota a zero singolo.

I giocatori d’azzardo sono venuti a Monaco per l’oceano e la vista sulle montagne, l’atmosfera lussuosa e la ruota europea. Quest’ultimo si è rivelato la più grande attrazione del Casino de Monte Carlo.

Molte case da gioco offrivano ancora la ruota del doppio zero negli anni ’60 dell’Ottocento. Pertanto, Francois ha ottenuto un grande successo lanciando la versione single-zero a Monaco.

I fratelli Blanc avevano lottato per ottenere un punto d’appoggio ovunque fossero andati in precedenza. Francois e Louis pensavano di aver trovato una casa a lungo termine a Homburg.

Tuttavia, Francoforte ha infranto questi sogni mettendo fuori legge i giochi. I fratelli non dovevano preoccuparsi di tali problemi a Monaco.

La famiglia reale mantenne la fine del patto e continuò a concedere le libertà di gioco in tutta Monte Carlo. Il pesante investimento di Francois fu ripagato quando lui e Louis guadagnarono milioni di franchi attraverso il gioco e il turismo.

L’eredità di Francois Blanc e della roulette europea

La roulette europea non è rimasta confinata a Monte Carlo per sempre. Alla fine, sempre più casinò europei adottarono questo gioco e iniziarono a offrirlo.

Anche loro hanno goduto di un aumento di popolarità presentando uno dei giochi da casinò più favorevoli per i giocatori. I casinò in Belgio, Francia, Germania e altrove hanno adottato la ruota dello zero singolo.

Alla fine, però, le case da gioco hanno avuto difficoltà a separarsi dalla concorrenza con un solo zero. I casinò francesi hanno risolto questo problema introducendo la regola “la partage”.

La partage restituisce metà della tua scommessa perdente quando la pallina si ferma sullo zero. Tuttavia, devi piazzare una scommessa alla pari per qualificarti.

Ecco un esempio di come funziona la partage:

  • Scommetti $ 10 sul rosso / nero.
  • La pallina si ferma sulla buca dello zero.
  • Ricevi $ 5 indietro.

La ruota europea offre già un discreto vantaggio della casa al 2,70%. Ma la roulette francese abbassa il vantaggio della casa ancora di più all’1,35%.

Non molti paesi offrono la versione francese. Tuttavia, puoi trovare questo gioco in alcuni casinò con sede in Belgio, Francia, Germania, Italia e Polonia.

Pertanto, la ruota europea di Francois ha avviato la tendenza a ridurre il margine della casa della roulette. Il gioco francese è il prodotto finito di ciò che Francois ha iniziato.

Conclusione

Bad Homburg non era esattamente un centro di casinò prima dell’arrivo dei Blancs. Quest’ultimo, tuttavia, ha trasformato questa città tedesca in una delle principali destinazioni del gioco d’azzardo.

Hanno usato una combinazione di attrazioni chiave (ad es. Spa, hotel eleganti) e roulette europea per portare più persone a Bad Homburg.

Quando Francoforte vietò i giochi nella zona, Francois e Louis fecero i bagagli e si diressero a Monte Carlo. La ruota europea si è rivelata ancora una volta un successo in una nuova posizione.

Oggi hai più accesso alla roulette europea che mai grazie ai casinò online con soldi veri e reali. Forse questo non sarebbe il caso, però, se Francois non avesse avuto l’idea quasi 180 anni fa.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Aggiornamento settimanale sul poker: 21 settembre 2020

Qual è il punto di Touch Roulette?