in

Come calcolare gli out nel poker: una guida per principianti

Una delle abilità più basilari ma anche più cruciali per un giocatore di poker è la capacità di calcolare rapidamente quanti out hai per una mano vincente.

All’inizio può sembrare complicato, ma in realtà ci vuole solo un po ‘di pratica perché diventi una seconda natura.

Quando giochi a poker, lo scenario migliore sarebbe quello di mettere sempre i tuoi soldi con la mano migliore. Questa non è la realtà, però. Di tanto in tanto metterai i tuoi soldi in cattive condizioni.

Come contare i tuoi out

In quei casi in cui stai mettendo i tuoi soldi in cattive condizioni, l’idea è che sei in grado di fare una mano in una street successiva che è migliore di quella del tuo avversario. Le carte che ti danno quella mano vincente sono conosciute come “outs”.

Un esempio: hai A ♣ K ♣ . Il tuo avversario ti mostra accidentalmente J ♦ 9 ♦ 10 ♠ J ♣ 3 ♣  board. Quanti out hai?

Bene, hai due  overcard  per il suo jack, il che significa che tre assi e tre re sono out per una coppia più alta. Hai anche quattro donne che ti darebbero la scala nut e hai nove fiori che possono darti il ​​colore nut.

Ovviamente hai contato due volte uno dei tuoi out. Non puoi contare due volte la regina di fiori. Quindi, quando riconti, hai un totale di 18 outs. Sono molte le carte che possono venire al turn per aiutarti.

Un progetto di 18 out è molto grande e in realtà ti rende un favorito contro la top pair al flop.

Metti il ​​tuo avversario in un raggio di mano

In realtà non sarà mai ovvio come nell’esempio sopra: il tuo cattivo non ti mostrerà effettivamente le sue carte. Quindi devi essere in grado di  metterlo su una serie  di mani probabili. Una volta ottenuto il suo range approssimativo, diventa più facile calcolare i tuoi out.

Non sarai mai in grado di mettere il tuo avversario su una mano esatta, quindi il calcolo degli outs non sarà mai esatto. I tuoi calcoli alla fine saranno accurati solo quanto il range di mani su cui metti il ​​tuo avversario.

Se nell’esempio sopra dai al tuo avversario J ♠ J ♥ , hai molti meno outs. I tuoi tre assi e re rimanenti non ti danno più la mano vincente.

Inoltre, puoi chiudere la tua mano al turn e comunque perdere se il river fa una coppia sul board.

Quando calcoli gli out, tieni presente che non è una scienza esatta e che a volte una carta che  potresti pensare sia un out  potrebbe non darti la mano migliore.

Cosa sono gli “Half Outs” nel poker?

A volte i tuoi out percepiti contano solo come metà out. Diamo un’occhiata a un esempio:

Hai 8 ♠ 9 ♠ . Il board è 10 ♥ J ♥ 3 ♦ . Hai quattro sette e quattro regine che ti daranno una scala. Significa che hai otto out. Corretta?

Sì e no. A volte riuscirai a centrare la tua scala, ma quella carta renderà anche il tuo avversario un colore, portandoti a una seconda mano migliore.

In questo esempio la Q ♥  e il 7 ♥  non valgono una risposta completa per te. Quindi dovresti contarli solo come metà fuori ciascuno. Significa che in realtà hai solo sette out.

Contare Q ♥  e 7 ♥  come half out rappresenta quei momenti in cui farai la tua scala ma perderai comunque contro il colore del tuo avversario.

Cosa sono gli Hidden Out nel poker?

Di tanto in tanto ti imbatterai in una mano in cui potresti persino avere degli out nascosti. Sono chiamati outs nascosti perché potrebbero non aiutare immediatamente la tua mano ma potrebbero effettivamente danneggiare la mano del tuo avversario.

Un rapido esempio:

Hai A ♥ A ♣ 5 ♠ 6 ♣ 9 ♦ K ♥  board. Il tuo avversario ha 6 ♠ 5 ♥  per doppia coppia. Al river puoi essere salvato da A ♦  o A ♠ , che ti daranno un set, ma puoi anche essere salvato dal board accoppiando il nove o il re.

Questo falsificherebbe la doppia coppia del tuo avversario e ti darebbe una doppia coppia vincente più alta. Anche se né un nove né un re riescono effettivamente a centrare le tue carte coperte, migliora comunque la tua mano fino a ottenere una doppia coppia vincente. Questo è ciò che è noto come “nascosto”.

Poker is Outs e Pot Odds

Come con l’affinamento di qualsiasi abilità, la pratica rende perfetti. Una volta che sei in grado di calcolare accuratamente i tuoi out, sarai in grado di determinare correttamente le pot odds di cui hai bisogno per continuare con una mano.

E una volta che hai  che  verso il basso, hai praticamente imparato  a poker . Il poker, semplificato, è due cose:

  • Mettere i tuoi soldi in buono e / o
  • Metti i tuoi soldi con buone probabilità

Quando hai queste due abilità nella borsa, il resto è facile.

Come trovare il tavolo da poker più redditizio, dal vivo o online

Come eseguire una partita di poker casalinga