in

Charles Wells: da campione di roulette a imponente artista dello schema Ponzi

La roulette presenta molte leggende che hanno ottenuto profitti notevoli. Billy Walters, Joseph Jagger e Ashley Revell sono tra i più grandi vincitori di roulette di tutti i tempi.

E sebbene questi giocatori siano piuttosto interessanti, nessuno è così complesso, mistificante o storto come Charles Wells. Quest’ultimo non solo ha guadagnato una fortuna alla roulette, ma ha anche truffato le persone attraverso un enorme schema Ponzi legato alla banca.

Wells non sarà la tua personalità di gioco preferita dopo aver letto questo. Tuttavia, ha una storia di vita affascinante, anche se è vergognosa.

Chi è Charles Wells?

Charles Wells nacque a Broxbourne, Hertfordshire, Inghilterra nel 1841. La sua famiglia si trasferì in Francia quando era un bambino e alla fine si stabilì a Marsiglia.

Da adulto, Wells iniziò a lavorare come ingegnere nei cantieri navali di Marsiglia. Dopo aver lavorato lì per diversi anni, ha sviluppato e brevettato un dispositivo che regolava la velocità delle eliche delle navi.

Wells ha venduto il brevetto per 5.000 franchi ($ 25.000 se adeguato all’inflazione) e si è affermato come inventore professionista. Sfortunatamente, ha usato questa reputazione per iniziare a frodare le persone.

La sua prima grande frode avvenne nel 1879, quando promosse una ferrovia tra Berck-sur-Mer (Francia settentrionale). Ha accettato investimenti da un certo numero di persone riguardo al progetto.

Se Wells intendesse truffare i suoi investitori sin dall’inizio rimane un mistero. In ogni caso, ha corso con i soldi e in seguito è stato condannato in assenza in un’aula di tribunale di Parigi.

Charles si recò in Gran Bretagna nel 1880 e iniziò a ideare nuovi schemi. Ad esempio, ha indotto le persone a finanziare una corda per saltare musicale. Wells non ha mai sviluppato le invenzioni proposte. Invece, ha semplicemente promesso enormi ritorni e non ha consegnato.

Un investitore ha versato 19.000 sterline (2,46 milioni di sterline) in un’idea di Wells. Non ha mai visto nulla in cambio dell’investimento.

Wells è diventato uno dei più grandi vincitori di roulette di tutti i tempi

Charles Wells ha guadagnato un bel po ‘di soldi mentendo agli investitori e rubando i loro soldi. La sua ritrovata ricchezza alla fine gli permise di fare un sontuoso viaggio di gioco a Monte Carlo nell’agosto 1891.

Ha iniziato a giocare alla roulette con soldi veri con un bankroll del valore di 4.000 franchi ($ 20.000). Wells ha aumentato notevolmente questo importo nei giorni successivi ed è riuscito a “rompere la banca” più volte.

Rompere la banca si riferisce a quando un tavolo perde tutte le sue chips. I funzionari quindi posizionano un panno nero sul tavolo fino a quando non può essere rifornito con più fondi. Wells ha lasciato quel viaggio con un profitto stimato di 1 milione di franchi (5 milioni di dollari).

Sarebbe tornato a Monte Carlo nel novembre dello stesso anno. La sua serie positiva è continuata mentre ha rotto di nuovo la banca più volte e se ne è andato con un altro milione di franchi.

A questo punto, Wells non solo è diventato più ricco grazie alla roulette, ma ha anche iniziato a guadagnare fama in tutta Europa. I giornali volevano intervistarlo sul suo successo nel gioco d’azzardo.

Charles ha affermato di avere un “sistema infallibile” che ha usato per vincere. Gli scettici credevano che Wells avesse barato, usato la Martingala (raddoppiando le scommesse dopo ogni sconfitta) o fosse semplicemente fortunato. Wells ha portato il segreto di qualunque modo avesse usato per vincere nella sua tomba.

L’uomo che ha rotto la banca a Monte Carlo

La fama della roulette di Wells è andata oltre le poche interviste. Ha anche ispirato Fred Gilbert a scrivere la canzone “The Man Who Broke the Bank at Monte Carlo”.

Gilbert scrisse e pubblicò la canzone nel 1891 o nel 1892. Anche se non confermato, molti ipotizzano che sia stato ispirato dalle imprese di Wells.

Naturalmente, Charles non è stata la prima persona a rompere la banca a Monte Carlo. L’inglese Joseph Jagger realizzò questa impresa già nel 1873.

Ma il tempismo combinato con la successiva fama di Wells ha portato molti a credere che fosse l’ispirazione per il successo di Gilbert.

Wells perde tutto e viene arrestato

Uno dei detti più comuni sul gioco d’azzardo è che dovresti smettere quando sei in vantaggio. Wells non solo non ha seguito questo consiglio, ma ha anche acquistato uno yacht di lusso.

Decise di visitare Monte Carlo per la terza volta nel gennaio 1892. Acquistò una nave di lusso chiamata Tycho Brahe e la ribattezzò Palais Royal .

Lo yacht era così grande da contenere una sala da ballo abbastanza grande da contenere 50 ospiti. Permette a Wells di portare un certo numero di amici per vederlo giocare.

Questo viaggio di gioco d’azzardo non sarebbe stato così fortuito, però. Wells ha perso la maggior parte dell’importo nascosto che aveva portato con sé questa volta.

Il Palais Royal attraccò a Le Havre dopo che Wells lasciò Monaco. La polizia francese lo ha arrestato a bordo dello yacht con l’accusa di frode che ruotava attorno alle sue varie truffe di invenzione.

La Francia estradò Wells in Gran Bretagna. In piedi al processo all’Old Bailey, ha dovuto affrontare 23 capi di imputazione di frode. Una giuria lo ha condannato e il giudice lo ha condannato a otto anni nella prigione di Portland.

Charles Wells ha avviato un enorme schema Ponzi

Nonostante i suoi crimini efferati, Wells non ha trascorso un’eternità dietro le sbarre. Invece, è stato rilasciato per buona condotta dopo aver scontato sei anni.

Sfortunatamente, Charles non ha continuato il suo buon comportamento all’esterno. Ha iniziato rapidamente a ideare nuovi schemi sotto lo pseudonimo di “Lucien Rivier”.

Nel 1910, Wells / Rivier aprì una banca a Parigi e promise agli investitori un tasso di rendimento del 365% (1% al giorno). Oltre 6.000 investitori accorsero per approfittare di questo incredibile tasso.

Collettivamente, hanno versato 2 milioni di franchi ($ 10 milioni) nella sua banca. Wells ha pagato agli investitori originali la tariffa concordata.

Tuttavia, non li stava pagando con i profitti effettivi dell’attività. Invece, stava usando gli investimenti successivi per coprire coloro che volevano ritirare i loro soldi.

Come forse saprai, tali operazioni sono conosciute oggi come schemi Ponzi. Ma Wells gestì la sua truffa ben prima che Charles Ponzi rendesse famoso il termine negli anni ’20.

Nonostante si trovino a circa un decennio di distanza, entrambi i programmi promettevano lo stesso ritorno. Ponzi offriva un tasso di restituzione del 100% ogni 90 giorni o del 400% all’anno (contro il 365% nella truffa di Wells).

Le forze dell’ordine francesi si sono insospettite e hanno iniziato a indagare su Wells. Quest’ultimo ha preso i soldi ed è fuggito in Inghilterra.

Con milioni di franchi mancanti, la polizia francese ha intensificato i propri sforzi per trovare Lucien Rivier. Alla fine hanno scoperto che l’autore era Wells che agisce sotto uno pseudonimo.

Lo rintracciarono in Inghilterra e lo arrestarono nel gennaio 1912. Un tribunale di Parigi lo condannò a cinque anni per la frode. Wells morì in bancarotta diversi anni dopo il suo rilascio nel 1922.

In che modo Wells ha effettivamente battuto la roulette?

Charles Wells ha sicuramente una storia interessante rispetto alla leggenda del gioco d’azzardo media. Prima di tutto, nessuno sa esattamente come ha vinto i suoi profitti.

Le tre teorie principali includono:

  • Stava usando il comune sistema Martingale.
  • Wells tradisce come aveva fatto in tante altre cose nella vita.
  • È stato estremamente fortunato nei primi due viaggi.

Nessuno crede all’idea che Wells avesse un sistema infallibile. Avrebbe dovuto essere un giocatore estremamente abile e sarebbe riuscito a creare qualcosa che ancora non esiste oggi.

Fino ad oggi, nessuno ha mai sviluppato un sistema di scommesse in grado di battere la roulette o qualsiasi altro gioco da casinò. Il bias della ruota è l’unico modo noto e non ingannevole per vincere alla roulette.

Naturalmente, il bias della ruota richiede molta persistenza e pazienza. Devi registrare innumerevoli giri e documentare i risultati per avere successo.

Oltre a quando ha brevettato un dispositivo ad elica per navi, Wells non ha mai mostrato una tale dedizione. Ha cercato denaro veloce e ha usato tutti i mezzi necessari per ottenerlo.

È probabile che Wells abbia barato o vinto alla grande con la Martingala. Probabilmente non sarebbe rimasto abbastanza caldo da vincere nel corso di due viaggi con le sole scommesse flat.

Non ho idea di quale metodo avrebbe usato per imbrogliare Casino de Monte Carlo. I funzionari del casinò senza dubbio lo hanno guardato da vicino una volta che ha iniziato a rompere la banca.

Avrebbe potuto potenzialmente ridurre i suoi 4.000 franchi originali in 1 milione se avesse continuato ad essere fortunato con la Martingala. Questo è un aumento del bankroll di 250 volte, ma è possibile senza limiti di scommessa coinvolti.

In sintesi, nessuno ha mai dimostrato esattamente come Wells abbia vinto così facilmente in due viaggi separati. Ma quasi sicuramente non lo ha fatto basandosi solo sull’abilità.

Conclusione

Charles Wells è una persona spregevole che ha fatto fortuna derubando le persone. Ha truffato le persone con qualsiasi cosa, da una corda per saltare musicale a un gigantesco schema di Ponzi che coinvolge una banca francese.

Da qualche parte lungo la strada, ha inciso anche il suo nome nella storia del gioco d’azzardo. Wells vinse milioni di franchi e divenne noto per sempre come l’uomo che ha rotto la banca a Monte Carlo.

Ha perso la stessa fortuna in un terzo viaggio a Monte Carlo. Nonostante questo enorme fallimento, però, è ricordato soprattutto per le sue vittorie alla roulette.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

9 suggerimenti per migliorare il ROI con i giochi da casinò

5 leggende del tennis che hanno cambiato il gioco