in

7 motivi per cui le scommesse sugli eSport non sono ampiamente disponibili

Le scommesse sugli eSport e il gioco d’azzardo sportivo si sono mescolati insieme negli ultimi anni. Gli sport tradizionali e le linee di eSport sono ora presenti in molti degli stessi siti.

Anche il numero di spettatori di eSport è aumentato enormemente negli ultimi anni. Ora, centinaia di milioni di persone in tutto il mondo guardano giochi competitivi.

Tenendo conto di tutto, il gioco d’azzardo di eSport sembra che un giorno possa raggiungere le scommesse sportive. Tuttavia, potrebbe non recuperare mai veramente il ritardo in termini di volume di scommesse o popolarità per i seguenti motivi.

1 – Le scommesse sugli eSport non sono popolari ovunque

L’industria dei giochi competitivi ha visto una crescita accelerata negli ultimi anni. Anche questo boom degli eSport non mostra segni di rallentamento in qualunque momento presto.

Secondo un rapporto di Newzoo, il tasso di crescita annuale degli spettatori di eSport dovrebbe aumentare del 14% fino al 2021. Se questa previsione si realizzerà, il pubblico crescerà fino a 250 milioni di spettatori regolari e 307 spettatori occasionali (557 milioni in totale).

Tuttavia, la maggior parte di questi spettatori ha sede in Asia, in particolare in Cina. La maggior parte del mondo non guarda i giochi competitivi su base regolare o casuale.

Gli eSportsbook continueranno a guadagnare popolarità in Asia nei prossimi anni. Ma l’industria non raggiungerà mai le vette delle scommesse sportive tradizionali finché il mondo non abbraccerà i giochi.

2 – Alcuni bookmaker offrono linee solo per eventi importanti

I siti di scommesse presentano regolarmente linee sugli sport più popolari per la loro base di clienti primaria. Le scommesse sportive rivolte al Nord America, ad esempio, offrono molte scommesse su NHL, MLB, NBA e NFL su base giornaliera (a seconda della stagione).

Il bookmaker medio, tuttavia, non gestisce linee di eSport ogni giorno. Molti siti di gioco d’azzardo sportivo coprono ancora solo eventi importanti nel gioco competitivo.

La Fortnite Cup, The International ( Dota 2 ) e il World Championship ( League of Legends ) sono i più grandi eventi di eSport. Puoi aspettarti che questi tornei siano coperti da tutti i principali bookmaker.

Ma al di là dei tempi in cui si svolgono questi eventi, il gioco d’azzardo eSport non riceve molta attenzione. Certo, gli eSportsbook dedicati presentano costantemente quote su diversi campionati e tornei.

Tuttavia, le scommesse sportive online standard non offrono abbastanza quote sui giochi competitivi al di fuori degli eventi più grandi.

3 – Pubblico più giovane senza molto reddito disponibile

Lo sport attira una vasta gamma di giocatori d’azzardo giovani e anziani. Gli eSport, nel frattempo, hanno una base di fan relativamente giovane.

L’età media di un fan dei giochi è 31 anni, che potrebbe essere più vecchia di quanto pensi. Ma non è ancora vicino all’età media degli appassionati di sport.

Di seguito sono riportate le età medie di diversi tipi di appassionati di sport secondo i dati del 2016 dello Sports Business Journal:

  • NBA = 42 anni
  • NHL = 49
  • NFL = 50
  • MLB = 57
  • Media complessiva = 53

Ancora una volta, 31 anni potrebbero essere più vecchi di quanto penseresti per un fan degli eSport. Ma è ancora più di due decenni più giovane del tipico appassionato di sport.

Secondo le statistiche del 2017, il reddito familiare disponibile per fascia di età si suddivide come segue:

  • Meno di 25 anni = $ 29.960
  • Da 25 a 34 anni = $ 61.145
  • Da 35 a 44 anni = $ 75.609
  • Da 45 a 54 anni = $ 83.939
  • Da 55 a 64 anni = $ 71.520
  • 65-74 anni = $ 50.721
  • Più di 75 anni = $ 34.684

Il tipico appassionato di eSport ha un reddito disponibile di $ 61.145, mentre il fan medio di sport ha $ 83.939. Quest’ultimo ha in media più soldi per scommettere sugli sport.

4 – Numero considerevole di fan sotto l’età legale per il gioco d’azzardo

Come spiegato sopra, il tipico fan degli eSport ha 31 anni o più. Di conseguenza, non hanno problemi a giocare d’azzardo legalmente sugli eSport.

Il 10% di coloro che guardano i giochi competitivi ha meno di 18 anni. Al di fuori della Papua Nuova Guinea, che non ha età per il gioco d’azzardo, ogni paese, stato e territorio richiede che gli scommettitori sportivi abbiano almeno 18 anni. Detto questo, un decimo dei fan degli eSport è troppo giovane per scommettere legalmente sulla questione.

Un altro 26% si trova nella fascia tra i 18 ei 24 anni. Chi vive in alcuni paesi non può scommettere sotto i 21 anni. Quindi, questa fascia di età impedisce a un’altra parte dei fan di scommettere legalmente.

Naturalmente, alcuni fan degli sport regolari hanno anche meno di 18 e 21 anni. Ma facendo nuovamente riferimento alle statistiche sull’età media, è molto probabile che una percentuale minore di appassionati di sport rientri nell’età legale per il gioco d’azzardo.

5 – Agli spettatori piacciono le scommesse PvP

Il termine scommesse sugli eSport descrive in genere le scommesse sui bookmaker standard. Nei siti di scommesse tradizionali, scommetti sulle probabilità dei giocatori di eSport professionisti.

Tuttavia, i giochi competitivi differiscono dagli sport regolari poiché offrono giochi d’azzardo giocatore contro giocatore (PvP). Alcune piattaforme consentono a chiunque di scommettere sulle proprie prestazioni in un videogioco.

Ecco un esempio:

  • Stai giocando a Dota 2.
  • Ti senti fiducioso nelle possibilità di vittoria della tua squadra.
  • Scommetti sulla vittoria della tua squadra.

Le scommesse PvP ti consentono di essere un professionista e di scommettere sulle tue capacità. È molto diverso da qualsiasi cosa offerta dalle scommesse sportive.

Quest’ultimo non può consentire agli atleti di scommettere su se stessi in circostanze normali. Molti campionati professionistici, come NBA, NLF e MLB, vietano agli atleti di scommettere sui rispettivi sport.

Nel frattempo, i bookmaker non possono permettere ai giocatori di basket ricreativi di scommettere su se stessi vincendo. Questo modello non sarebbe utile o redditizio per le scommesse sportive. Gli eSportsbook hanno una rara opportunità nell’area PvP.

Tuttavia, questo tipo di gioco d’azzardo toglie sempre le normali scommesse sugli eSport. Meno persone scommetteranno sui professionisti quando i loro soldi saranno impacchettati per vincere le partite.

6 – Ancora un enorme divario di entrate

Il mercato competitivo del gioco e il lato delle scommesse sono cresciuti di pari passo. Nel 2020, si prevede che i siti di scommesse sugli eSport in tutto il mondo guadagneranno 1,81 miliardi di dollari in vig, un aumento enorme dai 24 milioni di dollari di succo che i bookmaker hanno guadagnato nel 2015.

io
Le scommesse sportive in tutto il mondo raccolgono circa 250 miliardi di dollari in vig. Ad oggi, le scommesse sugli eSport non rappresentano nemmeno un centesimo delle entrate del gioco d’azzardo sportivo.

Ho il sospetto che questo enorme divario si colmerà nei prossimi anni. Ma le scommesse sugli eSport probabilmente non si avvicineranno mai a eclissare le scommesse sugli sport tradizionali.

7 – Meno promozioni di scommesse sugli eSport e premi VIP

Le scommesse sportive non hanno mai offerto una vasta gamma di promozioni rispetto, ad esempio, ai casinò online e ai siti di poker. Ma alcuni bookmaker online offrono promozioni di qualità e programmi VIP per gli scommettitori sportivi.

Le scommesse sugli eSport, d’altra parte, non sono state del tutto soddisfatte in questo senso. La maggior parte degli eSportsbook offre bonus di benvenuto, comprese scommesse gratuite e / o bonus di deposito.

Queste offerte ti danno la possibilità di guadagnare subito denaro gratuito (bonus di deposito) o di vincere le perdite dalla tua prima scommessa (scommessa gratuita). Tuttavia, non troverai molte promozioni sui siti di scommesse sugli eSport. È ancora meno probabile che raccogli fedeltà o premi VIP.

Questo aspetto non deve necessariamente essere un rompicapo. Tuttavia, è scoraggiante quando non puoi aspettarti ricompense oltre ai bonus di benvenuto.

Conclusione

L’industria del gioco d’azzardo eSport ha sicuramente molto da aspettarsi. I campionati, i tornei e l’aspetto delle scommesse stanno crescendo rapidamente.

La loro rapida crescita sta inducendo alcune persone a fare previsioni ridicole su dove sta andando il mercato. Alcune persone credono che le scommesse sugli eSport possano persino superare il tradizionale gioco d’azzardo sportivo in termini di entrate.

Molti segnali indicano che non è così. Innanzitutto, il divario di entrate globali tra i due tipi di gioco d’azzardo è di 248 miliardi di dollari. In altre parole, il gioco d’azzardo di eSport ($ 1,81 miliardi) non dovrebbe nemmeno guadagnare un centesimo di quello che i bookmaker ($ 250 miliardi) raccoglieranno nel 2020.

L’età media dei fan degli eSport presenta più problemi. Una buona parte degli appassionati di giochi è troppo giovane per scommettere. Altri sono nelle fasce di età più giovani che non hanno tanto reddito disponibile.

La popolarità degli eSport potrebbe anche essere più globale. In questo momento, la maggior parte dei fan è concentrata in Cina e in pochi altri paesi asiatici.

Gli stessi bookmaker non stanno aiutando la questione offrendo una selezione inferiore di linee di eSport. La maggior parte dei siti di scommesse aumenta la propria offerta di giochi solo quando si verificano eventi importanti.

Le scommesse giocatore contro giocatore portano avanti un’altra sfida. Mentre i dilettanti che scommettono su se stessi aiutano piattaforme specifiche, non necessariamente forniscono entrate ai bookmaker standard di eSport.

Un altro dilemma è la mancanza di promozioni e premi VIP. La maggior parte dei siti di scommesse sugli eSport offre solo bonus di benvenuto e nient’altro.

Sono fermamente convinto che il gioco d’azzardo eSport supererà alcuni di questi problemi e diventerà molto più grande. Ma è molto improbabile che questo settore rivali mai con le scommesse sportive.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Quali sono le probabilità di vincere su una macchina per video poker?

I giochi di Keno moriranno mai?