in

7 motivi per cui i nuovi giocatori d’azzardo perdono soldi giocando a Hold’em

Se sei un fan del gioco del Texas Hold’em, ci sono buone probabilità che tu abbia avuto uno scenario da incubo come il seguente che si è svolto alcune volte. La mia prima volta che giocavo a Hold’em con soldi veri, ero al college e fui invitato a casa di un amico per la sua serata settimanale di poker. Ho giocato a Hold’em per tutto il tempo che posso ricordare e ho pensato che avrei giocato per qualche ora e avrei vinto dei soldi.

Un’ora dopo essere arrivato alla partita, ero in macchina e tornavo al mio appartamento, al verde e senza parole. Non riuscivo a capire cosa fosse andato storto. Sapevo come giocare, avevo avuto un po ‘di successo in passato durante i giochi occasionali, ma quando è arrivato il momento di giocare per soldi seri, sono crollato sotto la pressione.

Il Texas Hold’em con soldi veri è uno dei tipi di poker più popolari ed è un gioco che ogni giocatore serio dovrebbe imparare a giocare bene. Se sei qualcosa di simile a me durante i miei primi giorni al college e stai subendo perdite consistenti, non sei solo. Ecco sette motivi per cui i nuovi giocatori perdono soldi giocando a Texas Hold’em. Impara a capire dove stai sbagliando.

1 – Mancanza di informazioni e preparazione

Questo motivo dovrebbe essere scontato, ma saresti sorpreso di scoprire quanti giocatori d’azzardo inesperti tendono a sopravvalutare la loro preparazione. Come ho detto, sono caduto vittima di questo durante il mio primo grande cash game e ho continuato a lottare con questo per diversi mesi dopo aver iniziato a giocare. Alcuni giochi casuali di poker non equivalgono al successo durante giochi e tornei legittimi.

Per prepararti adeguatamente a tenere testa al tavolo, devi capire tutto quello che c’è da sapere sul gioco dell’Hold’em. Ciò significa che devi sapere quali mani battono le altre mani e altre regole di base e meccanismi di gioco.

Anche se ti senti come se fossi pronto a competere con giocatori più anziani ed esperti, molto probabilmente hai ancora un certo margine di crescita. Giocare a Hold’em con successo implica il rispetto delle regole e la possibilità di cogliere sottili idiosincrasie sugli altri giocatori, altrimenti note come tell. Devi essere esperto nel gioco perché sarai completamente sorpreso dalla complessità del gioco la prima volta che giochi con soldi veri.

2 – Eccessiva fiducia nelle tue capacità

Questo punto gioca fuori dall’argomento precedente. I nuovi giocatori a volte possono essere vanagloriosi e troppo sicuri di sé a causa dell’immaturità e dell’ingenuità. Solo perché picchi regolarmente i tuoi familiari durante le partite di poker occasionali non significa che entrerai in una stanza piena di giocatori di poker autentici e avrai successo.

Anche se potresti sentirti sicuro del tuo talento, ci sono sempre modi per migliorare. Avere successo ai tavoli richiede la capacità di tirare i pugni e di adattarsi sempre a ciò che ti circonda.

Certo, conosci le regole dall’inizio alla fine e capisci il gioco sulla carta, ma con ogni probabilità, tutta la tua preparazione volerà fuori dalla finestra ai primi segni di avversità.

La maggior parte dei giocatori d’azzardo non è brava a giocare d’azzardo, ma un cattivo giocatore che ha una tonnellata di esperienza batterà regolarmente un nuovo giocatore incline a fare errori da principiante. È essenziale mantenere la tua umiltà e non essere troppo arrogante, altrimenti il ​​tuo gioco ne risentirà.

3 – Essere troppo aggressivi

A seconda di chi chiedi, dovresti giocare solo circa un terzo delle tue mani durante una partita di Hold’em max. Se provi a giocare ogni mano, verrai rimbalzato dal tavolo e tornerai a casa presto. I nuovi giocatori in genere valutano i tipi sbagliati di combinazioni di carte o non riescono a capire quando dovrebbero passare.

Ciò accade spesso durante le mani in cui hai già denaro sul tavolo e pensi di aver già investito troppo in una mano particolare. Ecco alcuni consigli non richiesti: non essere troppo orgoglioso per passare una mano negativa anche se hai già puntato una discreta quantità di chip.

Arriverà un momento durante il tuo gioco in cui scommetti in modo aggressivo e un altro giocatore che molto probabilmente ha una mano migliore non solo abbina le tue scommesse, ma ti rilancia. Essendo qualcuno che vuole mantenere la propria posizione, è fondamentale sapere quando tagliare le perdite e passare. Solo perché lasci non significa che sei un giocatore più debole e, spesso, i migliori giocatori sono quelli che non sfidano la fortuna.

4 – Non essere abbastanza aggressivi

Anche se questo punto contraddice direttamente il mio punto precedente, è ancora pertinente e, sfortunatamente, accurato. Parlando per esperienza, una porzione di nuovi giocatori limperà durante un gioco o con mani forti in slowplay cercando di aumentare il piatto. Entrambe queste pratiche dovrebbero essere evitate.

Non puoi vincere giocando a Hold’em se scommetti piccolo e esci dalle mani con puntate alte. Se scommetti continuamente pre-flop solo per passare se non sei soddisfatto delle carte, perderai fiches. Altri giocatori migliori noteranno questa tendenza e approfitteranno sistematicamente degli errori che stai commettendo.

Capire quali mani dovresti perseguire e su cui scommettere in modo aggressivo arriverà con la pratica e un più profondo apprezzamento della strategia che va in Hold’em. Anche se questo arriva con il tempo, è essenziale non cercare di restare al tavolo aspettando che gli altri giocatori cadano dal tavolo. Puoi sopravvivere a loro, ma le loro fiches vengono ridistribuite attorno al tavolo e servono solo ad aumentare gli stack di fiches degli altri giocatori e rafforzare le loro possibilità.

5 – Bluffare in modo inefficace

Niente dice: “Non ho assolutamente idea di cosa sto facendo a questo tavolo”, come bluffare su quasi tutte le mani. Il bluff è una parte essenziale del gioco, ma è un modo semplice per perdere tutti i tuoi soldi quando lo fai ripetutamente. Questa pratica dovrebbe essere fatta con parsimonia, quindi prende i tuoi avversari alla sprovvista, piuttosto che abitualmente.

Capisco il desiderio di ottenere un vantaggio ovunque possibile, soprattutto se stai affrontando lo svantaggio dell’inesperienza. Ma una parte significativa di Hold’em è leggere la stanza e cogliere le tendenze dei tuoi compagni giocatori. Se continui a bluffare con carte pessime, i giocatori migliori alla fine riprenderanno le tue abitudini.

Sfortunatamente per molti nuovi giocatori, possono trovarsi fortunati in alcuni primi piatti perché altri giocatori stanno ancora cercando di farsi un’idea del tavolo. Se vuoi utilizzare una strategia di bluff in anticipo per vincere alcune mani, vai avanti. Ma tieni presente che questo piccolo trucco intelligente farà il suo corso e molto probabilmente il tuo inganno verrà scoperto.

6 – Essere di facile lettura

Come ho già detto più volte in questo post, Hold’em è un gioco che richiede una competenza emotiva completa. Quello che intendo con questo è che non puoi rivelare troppo durante il corso del gioco o altri giocatori se ne accorgeranno. Questo vale per mascherare la tua eccitazione quando ti capita di prendere una coppia di assi, o la tua delusione quando ti vengono distribuiti un 2 e un 7.

Avere il controllo dei tuoi modi fisici e padroneggiare la tua faccia da poker equivale al successo a un tavolo di Hold’em. Quando riesci a contenere le tue emozioni, imparerai a giocare con la conoscenza che hai immagazzinato piuttosto che fare affidamento su fattori emotivi che potrebbero influenzare il tuo processo decisionale.

Quando ho iniziato a giocare a poker, ho lottato con questo più di ogni altra parte del gioco. È difficile nascondere i propri sentimenti mentre si gioca, soprattutto quando i soldi sono in gioco. Ma se aspiri a vincere denaro, devi essere calmo e raccolto per tutta la durata del gioco.

7 – Non capire le posizioni del tavolo

La posizione in cui ti trovi durante una determinata mano può fare la differenza tra grandi vittorie e gravi perdite. Comprendere le posizioni al tavolo è relativamente facile e, come la maggior parte delle cose in Hold’em, arriverà con il tempo. Anche se alla fine sarai in grado di capire il posizionamento, può essere complesso da padroneggiare nelle prime fasi del tuo tempo giocando a Hold’em.

io
Per semplicità, le due cose su cui concentrarsi sono le tue posizioni relative e assolute. La tua posizione assoluta al tavolo è fondamentalmente la tua posizione rispetto al pulsante. La posizione relativa si riferisce alla tua vicinanza al giocatore più aggressivo.

È preferibile essere seduto alla destra dello scommettitore più aggressivo, altrimenti noto come “rilancio pre-flop”, perché avrai l’opportunità di vedere come reagiscono gli altri giocatori a un rilancio.

Conclusione

Imparare a giocare a Texas Hold’em è facile; creare il proprio stile di gioco è una storia diversa. Per quelli di voi nuovi di zecca nel gioco, non lasciatevi scoraggiare da alcune perdite iniziali, come ci si può aspettare. Hold’em è una delle varietà di poker più eccitanti e vale la pena dedicare del tempo se sei un fan del gioco.

Per anticipare la curva, assicurati di avere le regole chiare prima di decidere di giocare a un gioco con soldi veri. Anche se ti senti completamente preparato, molto probabilmente dimenticherai alcune regole la prima volta che ti siederai a tavola. I nuovi giocatori spesso lottano per trovare l’equilibrio tra l’essere troppo aggressivi e troppo passivi, ed entrambi gli errori possono portare a un’uscita anticipata.

Alcuni dei modi più comuni con cui i nuovi giocatori di Hold’em perdono denaro sono bluffando troppo spesso ed essendo facili da leggere. Assicurati di mascherare le tue emozioni e di mantenere il bluff al minimo.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

I 7 tipi di giocatori di Hold’em che vedrai nei casinò

4 consigli per giocare a Texas Holdem come un professionista