in

7 miti del poker smascherati

Una delle cose che rende il poker un gioco così eccezionale è il fatto che ci sono pochissime cose che sono corrette il 100% delle volte. La maggior parte delle volte la coppia d’assi batte sette-due fuori seme, ma ci sono alcune situazioni in cui la mano sbagliata vince. La maggior parte delle risposte alle domande sui giochi di poker da casinò dipendono effettivamente dalla situazione.

Hai sentito o letto consigli per cui dovresti sempre giocare tight e aggressivo o dovresti sempre rilanciare con le tasche di re e assi? All’inizio un consiglio come questo sembra utile, ma è sempre vero?

In questo articolo, valuto sette miti del poker che ho sentito nel corso degli anni che dovrebbero essere veri. Man mano che leggi ogni sezione, imparerai quali consigli dovresti seguire.

1 – Rilancia sempre con Pocket Aces

Il consiglio che dovresti sempre rilanciare con una coppia di assi è rivolto ai principianti e ai giocatori di poker poveri. È difficile giocare male una coppia di assi. E se non sei un giocatore forte, il modo migliore per giocarli è entrare nel piatto con un rilancio.

Ma se sei un giocatore forte, ci sono momenti in cui puoi fare più soldi con una coppia di assi non rilanciando quando entri nel piatto. Prima di continuare, devi sapere che se giochi a Limit Texas Holdem, dovresti rilanciare ogni volta che hai una coppia di assi. L’unico momento in cui puoi fare più soldi senza rilanciare per entrare nel piatto è nel gioco no limit o pot limit.

Ecco un esempio in cui chiamare con una coppia di assi può essere più redditizio che rilanciare.

Sei in late position in una partita di Texas Hold’em senza limiti e tutti coloro che sono coinvolti nella mano hanno stack profondi. Sei conosciuto come un giocatore forte e la maggior parte dei giocatori al tavolo rispetta il tuo gioco. Un giocatore loose ma abbastanza bravo in una posizione iniziale entra nel piatto con un rilancio e un giocatore in posizione intermedia, particolarmente tight, chiama.

Se rilanci, il giocatore in posizione iniziale probabilmente vedrà il flop con te, ma il giocatore in posizione centrale potrebbe lasciare. Se il giocatore tight chiama il tuo rilancio e vede il flop, e se ottieni qualcosa da lui dopo il flop, le probabilità sono alte che ottengano una mano grossa.

D’altra parte, se chiami invece di rilanciare, nessuno dei tuoi due avversari può metterti in una mano. Quando chiami e il giocatore loose apre con una puntata al flop, il giocatore in posizione intermedia chiama con un range di mani più ampio perché sa che il primo giocatore è loose.

Giocando la mano in questo modo, puoi estrarre scommesse extra dal giocatore in posizione centrale e spesso anche dal giocatore libero in prima posizione.

io
Ovviamente, lo svantaggio è che lasci che entrambi vedano se possono migliorare al flop senza chiedere loro di farlo. Questo è il motivo per cui di solito è meglio rilanciare con una coppia di assi.

Tutto questo significa che dovresti smettere di rilanciare con una coppia di assi? Per la maggior parte dei giocatori, dovresti continuare a rilanciare con loro ogni volta che li ottieni.

Il modo in cui saprai che sei pronto a considerare di non rilanciare è quando inizi a vedere come la mano può giocare prima del flop e vedi più opportunità di profitto chiamando. La verità è che la maggior parte dei giocatori di poker non raggiunge mai questo livello di gioco.

2 – Alza sempre con Pocket Kings

In realtà rilancio con coppia di re più spesso di quanto rilancio con coppia di assi. I pocket kings sono una mano forte, ma non voglio permettere a nessuno con un asso debole di vedere il flop a poco prezzo e di outdraw me. Ma i pocket kings possono essere giocati senza rilancio in alcune situazioni come quelle che ho trattato nell’ultima sezione.

Personalmente credo che tu debba essere un giocatore ancora più forte dopo il flop per non rilanciare con pocket kings.

Questo è un gioco che solo i migliori giocatori dovrebbero provare a fare, e anche per loro dovrebbe essere un’occasione rara.

3 – Gioca sempre stretto

Il gioco stretto è di solito il modo migliore per giocare a poker perché significa che lasci le mani deboli. Se fossi in grado di tenere traccia di tutte le mani iniziali che potresti giocare e assegnare il profitto o la perdita media a ciascuna mano su milioni di mani di poker, potresti vedere chiaramente perché giocare tight è più redditizio che giocare loose.

Il giocatore con la migliore mano iniziale per entrare nel piatto ha le migliori possibilità di vincere. Ovviamente, il flop, il turn e il river a volte cambiano le cose, ma la migliore mano iniziale vince più di qualsiasi altra mano nel piatto.

Anche le tue abilità dopo il flop entrano in gioco ei giocatori post-flop superiori possono giocare qualche mano in più rispetto ai giocatori più deboli. Ma anche i migliori giocatori di poker tendono a giocare più tight degli altri.

Quindi, dovresti sempre giocare stretto?

La risposta è che dovresti giocare nel modo più redditizio. Se giocare tight è il modo più redditizio per giocare nella situazione in cui ti trovi, allora gioca tight. Ma ci sono momenti in cui il giocatore più tight al tavolo non ottiene il massimo profitto.

La situazione più comune in cui essere il giocatore più tight non è redditizio è quando giochi a un tavolo estremamente tight. Quando tutti al tavolo giocano tight, spesso è più redditizio allentare un po ‘. Ma devi stare attento a non giocare troppe mani in più.

La maggior parte dei giocatori di poker sarà più redditizia se giocherà più tight. Questo perché la maggior parte dei giocatori di poker gioca troppe mani.

4 – Gioca sempre in modo aggressivo

Il tipo di gioco suggerito da molti esperti è serrato e aggressivo. Ho spiegato perché il gioco stretto di solito è l’opzione migliore nell’ultima sezione, ma per quanto riguarda il gioco aggressivo?

Il gioco aggressivo di solito è meglio del gioco passivo per due ragioni. Quando giochi in modo aggressivo, puoi vincere quando i tuoi avversari lasciano o avendo la mano migliore alla fine. Quando giochi passivamente, l’unico modo per vincere è avere la mano migliore.

Quando giochi in modo aggressivo, costringi anche i tuoi avversari a prendere più decisioni sotto stress. Ogni volta che un avversario deve prendere una decisione, può commettere un errore e ogni volta che un avversario commette un errore, è redditizio per te.

Ma attenzione, non è così il cento per cento delle volte con il gioco aggressivo. Dai un’occhiata a questo blog del mio collega su quando non dovresti usare un gioco di poker stretto e aggressivo.

Ma tutto sommato, entrambi questi motivi sono buoni e sono il motivo per cui la maggior parte dei giocatori è meglio essere aggressivi. Ma proprio come il gioco tight, ci sono momenti in cui adottare un approccio più passivo può essere più redditizio.

Il momento migliore per considerare il gioco passivo è quando giochi a un tavolo con uno o più giocatori iper aggressivi. Puoi lasciare che guidino le puntate quando hai una grossa mano, perché più giocatori rimarranno nel piatto con loro.

5 – Mai giocare lentamente una mano mostruosa

In realtà ho visto e sentito consigli su come non giocare mai lentamente una mano mostruosa e giocare sempre lentamente con una mano mostruosa. Ma una mano mostruosa è come molte altre cose nel poker, perché devi fare qualunque cosa abbia le migliori possibilità di massimizzare i tuoi profitti.

Nel gioco limit, scommetto e rilancio sempre in ogni occasione con una mano mostruosa. Non voglio perdere una singola puntata, quindi non faccio mai check o semplicemente call in limit play.

Nel gioco no limit, le uniche volte in cui gioco lentamente un mostro è quando è così forte da non poter essere battuto, come un poker o una scala colore, o quando un maniaco sta facendo tutte le puntate e rilanciando per me .

Ai livelli più bassi, la maggior parte dei giocatori non è abbastanza acuta o presta abbastanza attenzione per riconoscere quando hai una mano mostruosa. Ciò significa che non c’è motivo di rallentare il gioco. Man mano che sali di livello e la competizione migliora, ci sono situazioni limitate in cui giocare lento può essere più redditizio. Ma devi ricordare che man mano che la tua concorrenza migliora, è più probabile che si rendano conto che stai giocando lentamente.

6 – Gioca contro giocatori migliori per migliorare

Anche se in generale sono d’accordo che un modo per migliorare le tue abilità nel poker è giocare contro giocatori migliori, il problema che ho è che è costoso giocare contro giocatori migliori. In altre parole, questo è un modo costoso per ottenere un’istruzione.

Ci sono molti modi per migliorare le tue abilità nel poker e solo uno di questi consiste nel giocare contro giocatori migliori. È molto più redditizio trovare tavoli con giocatori più deboli.

Puoi leggere libri e buoni articoli sulla strategia del poker per migliorare. Puoi prenderti una pausa dal gioco sui siti di gioco d’azzardo e guardare i video di giocatori migliori. Di tanto in tanto puoi fare un tentativo contro giocatori migliori, ma li evito il più spesso possibile in modo da poter massimizzare i miei profitti.

7 – Non giocare mai a poker gratis

Non mi piace giocare a poker online gratis perché il gioco è così brutto che può rovinare il mio gioco. Ho anche letto consigli che non dovresti mai giocare a poker gratis. Ma penso che il poker gratuito abbia un posto, e penso che sia un ottimo modo per i giocatori nuovi e inesperti di imparare a giocare.

Una volta che impari a giocare e adotti qualche semplice strategia di poker, ti suggerisco di passare ai tavoli con soldi veri. Anche i tavoli micro limit online sono migliori dei tavoli gratuiti. Una cosa che dovresti sapere è che se non riesci a battere i tavoli con soldi veri, non sarai in grado di battere i tavoli con soldi veri.

La strategia che usi per battere i tavoli gratuiti non funzionerà altrettanto bene ai tavoli con soldi veri, ma è da dove devi iniziare.

Conclusione

Ogni volta che senti qualcuno dire che dovresti sempre fare una certa giocata al tavolo da poker, prenditi un minuto e riflettici. Raramente dovresti fare qualcosa il 100% delle volte giocando a poker. Ci sono molti miti che circondano il poker e la maggior parte delle volte, è meglio cambiare il tuo gioco di una piccola percentuale per massimizzare i tuoi profitti a seconda della situazione.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Come distribuire un gioco di poker casalingo

Cosa sono le slot Megaclusters?