in

7 consigli per i principianti di Omaha

Omaha è una variante di poker divertente e divertente con molti colpi di scena. Puoi passare dalla mano migliore al perdente in una street, o trovarti in una situazione senza perdite in cui puoi pompare quante più chips possibile nel piatto e ottenere almeno un call.

Ma Omaha può essere un campo minato per i nuovi giocatori. Devi conoscere alcune cose essenziali prima di iniziare, soprattutto se hai giocato a Texas Hold’em. Ecco i miei sette migliori consigli per i giocatori di Omaha per la prima volta.

1 – Due e tre

Quando giochi a Omaha, ottieni quattro carte coperte. Nel Texas Hold’em, ne ottieni solo due. Nel Texas Hold’em, puoi usare qualsiasi combinazione delle tue carte coperte e delle carte sul tavolo per creare una mano di cinque carte. Ma in Omaha, devi usare due carte coperte e tre carte sul tavolo per formare una mano.

Anche se questo non cambia le cose da ogni parte, a volte può essere un errore costoso da commettere. Può diventare ancora più confuso quando suoni Omaha Hi-Lo Split. Questo perché puoi usare due carte per la tua mano alta e due carte diverse per la tua mano bassa.

io
La cosa importante da ricordare sempre è che devi usare due, e solo due, delle tue carte coperte per ogni mano.

Alla fine, questo ti verrà naturale mentre giochi, ma come giocatore per la prima volta, devi ricordare costantemente a te stesso la regola del due e del tre.

2 – Stretto è ancora il migliore

I giocatori vincenti di Texas Hold’em hanno imparato che i requisiti per le mani iniziali strette sono più redditizi di quelli larghi. Questo è il motivo esatto per cui molti giocatori perdenti di Texas Hold’em passano all’Omaha. Pensano di poter giocare più mani iniziali perché hanno il doppio delle carte.

Ma la verità è che i giocatori vincenti di Omaha comprendono anche l’importanza di requisiti rigidi per la mano iniziale. Ho giocato a molti giochi di Omaha in cui la strategia più redditizia era giocare meno mani iniziali rispetto al Texas Hold’em, non di più.

Devi anche imparare come funzionano insieme le quattro carte nella tua mano iniziale. Le migliori mani iniziali hanno quattro carte che lavorano insieme in qualche modo. Una coppia alta con semi abbinati ad entrambe le altre carte o una coppia alta e un’altra coppia ha la possibilità di ottenere una mano grossa.

Le mani che hanno tre carte che funzionano insieme e una carta non correlata a volte possono essere giocate, ma ti danno meno possibilità di completare una mano importante. Una mano con tre carte alte può creare una scala alta, ma una con quattro carte alte ti offre maggiori possibilità e maggiore protezione contro la contraffazione della tua mano.

3 – Pot Control

Può sembrare più sicuro per un giocatore principiante di Omaha giocare in una partita con limite, e questo è vero per quanto riguarda la protezione dell’importo massimo che puoi perdere in una singola mano. Ma è più prezioso imparare a controllare la dimensione del piatto nei giochi no limit e pot limit.

io
Quando le probabilità di vincere la mano sono buone, vuoi costruire il piatto il più possibile. E quando sei in progetto, vuoi ridurre al minimo le dimensioni del piatto finché non ottieni la tua mano.

Questo suona come un buon senso, ma sembra che la maggior parte dei giocatori semplicemente segue il flusso in ogni mano e non ha un piano.

Inizia ogni mano con una serie di piani a seconda di ciò che accade. Pensa a diverse possibilità in modo da non dover prendere decisioni senza abbastanza tempo per pensare. È anche utile conoscere il più possibile i tuoi avversari.

Guarda come giocano le mani, anche quando lasci, in modo da poter identificare quelle che puoi manipolare in seguito. Questo è un componente chiave per influenzare la dimensione del piatto quando lo desideri. Sapere quali giocatori chiamano qualsiasi scommessa a caccia di progetti e sapere quali costruiranno un piatto per te aiuterà il tuo profitto a lungo termine.

4 – Le noci o niente

Quando giochi a Texas Holdem, puoi vincere molti piatti con il terzo o quarto miglior piano possibile. Quando floppi un set, le probabilità sono alte che tu abbia la mano migliore, anche quando non è il set più alto possibile. Puoi vincere le mani con la seconda o la terza scala migliore e talvolta intrufolarti in una vittoria con un colore basso.

Ma quando giochi a Omaha, vedi molte più mani nut. È ancora raro vedere un poker o una scala colore, ma quando il board fa una coppia, le probabilità sono buone che il tuo colore non sia la mano migliore.

Ogni volta che sei coinvolto in una partita di Omaha, identifica la migliore mano possibile e cerca di determinare la probabilità che ce l’abbia uno dei tuoi avversari.

Non impegnare troppi soldi nel piatto quando non hai i veri dadi, o almeno una seconda mano migliore possibile con una bassa probabilità che un avversario abbia i dadi.

5 – Passivo o aggressivo

La convinzione generale è che il gioco aggressivo al tavolo da poker sia meglio che passivo. Questa convinzione è vera in molte situazioni, ma i migliori giocatori di Omaha capiscono che in alcune situazioni è più redditizio essere passivi.

I giocatori di Omaha hanno maggiori probabilità di chiamare le puntate al flop e al turn perché hanno più progetti possibili. Anche se questo è ottimo quando stai cercando di costruire il piatto, significa anche che uno dei vantaggi dell’essere aggressivi è diminuito.

Uno dei motivi per cui si pensa che il gioco aggressivo sia migliore è perché quando punti e rilanci, puoi vincere avendo la mano migliore alla fine o quando i tuoi avversari lasciano. Quando i tuoi avversari piegano meno, il gioco aggressivo è meno prezioso.

Il gioco aggressivo è ancora meglio del gioco passivo in alcune situazioni quando giochi a Omaha, ma devi imparare quando è meglio e quando dovresti utilizzare uno stile di gioco più passivo.

6 – Le cose possono cambiare velocemente

Non ho mai giocato a un gioco in cui le tue fortune possono sterzare drasticamente con un solo giro di una carta. In Omaha, puoi avere i dadi freddi dopo il flop o il turn e essere spazzato via al turn o al river. È anche possibile avere i dadi al flop e non essere nemmeno il favorito per vincere la mano.

Non ci vorrà molto prima che tu lo veda di persona. Ma è importante capirlo in ogni mano che giochi. Mentre il buon senso dice che dovresti costruire il piatto il più possibile quando hai la mano migliore, devi imparare a stimare le tue reali possibilità di vincita. Questo richiede un po ‘di esperienza, ma esserne consapevoli ti aiuta ad imparare.

Puoi anche usarlo a tuo vantaggio quando sei il favorito per vincere la mano, ma al momento non hai la mano migliore. Quando un avversario ha i dadi correnti, è costretto a chiamare qualsiasi puntata che fai, anche se sei il favorito per vincere.

Diciamo che floppi quattro per il colore nut, un progetto di scala aperto per la scala nut e un set. Questo non accade spesso, ma in questo caso, spesso sei favorito per vincere la mano anche se un avversario attualmente ha una mano migliore. In questo caso, devi scommettere l’importo massimo per ottenere più soldi possibile nel piatto.

D’altra parte, devi giocare in modo più passivo rispetto ad altri giochi quando floppi la mano migliore, ma il board mostra la possibilità che un avversario abbia una mano migliore. C’è una linea sottile tra proteggersi e massimizzare i propri profitti, ma è una linea che devi imparare rapidamente se vuoi unirti ai ranghi dei vincitori di Omaha.

7 – Alcune grandi vittorie

La maggior parte dei giocatori di Texas Hold’em vince diversi piatti piccoli e medi per ottenere un profitto a lungo termine.

Anche se alcuni giocatori di Omaha sembrano essere in grado di farlo, ho scoperto che i miei profitti complessivi hanno iniziato a salire nel pot limit Omaha quando ho iniziato a concentrarmi sul vincere alcuni grandi piatti ogni sessione di gioco e ho smesso di lottare per piccoli piatti.

Ho imparato a riconoscere le opportunità in cui potevo mettere più soldi possibile nel piatto con un rischio limitato.

Ecco un esempio di uno spettacolo di Omaha estremamente redditizio:

Hai il nut subito dopo il turn e sembra che uno dei tuoi avversari abbia la stessa mano. Ma hai anche un progetto per un colore. In questa situazione, fai il massimo delle puntate e rilanci al turn perché le probabilità sono alte che la cosa peggiore che possa accadere sia dividere il piatto con il tuo avversario.

Il tuo avversario è costretto a chiamare ogni puntata che fai perché al momento ha una mano nut, ma se il river completa il tuo colore, vinci il piatto.

La stessa situazione si verifica a volte quando giochi a Omaha Hi-Lo, dove hai metà del piatto bloccato e hai un progetto per l’altra metà. Quando puoi raccogliere due o tre piatti enormi in una sessione di gioco, spesso lasci il tavolo come un grande vincitore, purché non sprechi troppe fiches a caccia di piatti più piccoli.

Conclusione

Se ti prendi il tempo per imparare dai sette consigli sull’Omaha in questa pagina, puoi aumentare rapidamente le tue possibilità di vincita. Alcune abilità di Omaha richiedono più esperienza per essere padroneggiate, ma i suggerimenti in questa pagina sono un ottimo punto di partenza.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

7 consigli sulle slot machine (da un veterano del gioco d’azzardo)

Casinò della Pennsylvania: Wind Creek Bethlehem Review