in

6 vincite del gioco a cui non crederai

Anche nelle notti più banali e di routine, il casinò è ancora un luogo estremamente eccitante. Quando unisci un gruppo eccentrico e diversificato di individui e li metti in una situazione in cui potrebbero vincere o perdere migliaia di dollari, le storie si scrivono da sole.

I film hanno fornito diverse rappresentazioni divertenti di ciò che può accadere se le cose sfuggono di mano, ma il dramma non manca quando si tratta di vita reale. In effetti, alcuni potrebbero addirittura battere ciò che vedi sul grande schermo.

In questo articolo riassumerò brevemente alcune delle storie di casinò più folli di tutti i tempi.

1 – Nonna o Lady Luck?

Le nonne sono tipicamente famose per la loro cucina, l’amore incondizionato e la saggezza infinita. Una nonna del New Jersey ha una storia che ruberà la scena alla prossima festa di famiglia.

Patricia Demauro stava visitando il Borgata Hotel Casino and Spa di Atlantic City e ha deciso di provare i suoi sguardi al tavolo dei dadi. Ovviamente, evitare di tirare un sette è il nome del gioco, ma quanti tiri puoi realisticamente tirare senza atterrare sul numero che i giocatori hardcore chiamano semplicemente “diavolo”?

Se sette è il diavolo, Patricia Demauro è un angelo. Ha ottenuto 154 tiri senza ottenere un sette, battendo il record mondiale e sfidando letteralmente le probabilità. Quante sono le probabilità di fare 154 round senza sette? Prova 1 su 1.56 trilioni – sì, con una t.

La prossima domanda logica da porre sarebbe quanti soldi ha portato a casa dopo la sua corsa storica. In modo umile da nonna, ha rifiutato di dare il numero. Tuttavia, gli esperti suggeriscono che se avesse fatto scommesse decenti, le sue vincite avrebbero probabilmente raggiunto le centinaia di migliaia. Se stava scommettendo come un giocatore esperto, potrebbero aver raggiunto un milione.

La sua celebrazione dovrebbe essere una lezione per ogni giocatore d’azzardo: si è semplicemente rilassata le due notti successive, tornando al tavolo dei dadi solo come spettatrice. Ha detto che le aspettative erano troppo alte per riprendere il suo ruolo di sparatutto. Non posso dire di biasimarla.

2 – All In

Scommetteresti tutti i soldi che avevi su un singolo giro della roulette nella speranza di raddoppiare il tuo patrimonio netto in pochi secondi? La maggior parte delle scommesse ha avuto questo pensiero una o due volte, solo per far prevalere decisioni più razionali.

Il giocatore d’azzardo britannico Ashley Revell aveva una tolleranza al rischio che avrebbe scosso anche il più ottimista degli investitori. Nel 2004, ha venduto tutti i suoi averi, vestiti compresi, e si è ritrovato con poco più di $ 135.000 a suo nome … e in tasca.

Lo schema per arricchirsi rapidamente di Revell prevedeva di lanciare tutto in un unico giro al tavolo della roulette di Las Vegas situato nel Plaza Hotel & Casino. Esatto: $ 135k, ogni dollaro a suo nome, in un singolo giro.

Ha scelto il rosso come colore fortunato e ha finito per colpire. Dopo aver raddoppiato istantaneamente i suoi soldi, ha lasciato al dealer una buona mancia (secondo quanto riferito intorno ai $ 600) ed è scappato con le sue vincite.

Revell ha deciso di reinvestire le sue vincite in un’impresa commerciale leggermente meno rischiosa. Ha avviato la sua attività di poker online. Non solo, ma la sua mossa audace è stata apparentemente l’ispirazione dietro il leggendario programma televisivo di Simon Cowell chiamato, appropriatamente, “Rosso o nero?”

Se stai pensando di fare la stessa mossa, il mio unico suggerimento sarebbe di consultare la tua famiglia in anticipo.

3 – Spedizione Salvatore

FedEx è un’azienda riconosciuta a livello internazionale con guadagni annuali di miliardi. Sebbene il risultato finale fosse un enorme successo, le cose non erano sempre così certe.

Nel 1971, il fondatore della compagnia Frederick Smith aveva una rispettabile cifra di 4 milioni di dollari e ne portò altri decine di milioni per costruire la sua compagnia di spedizioni. Il suo obiettivo era spedire ovunque nel mondo, che sarebbe stata una qualità unica 50 anni fa.

Sfortunatamente per Smith, la società stava lottando dopo soli tre anni a causa dell’aumento dei costi del carburante insieme ad altre spese associate a un’operazione così grande. Perdendo più di un milione di dollari al mese, non riusciva a trovare nessuno da prestare o investire nella sua attività.

Quando Smith si rese conto che gli erano rimasti solo $ 5.000, sapeva che era ora di fare una mossa. Invece di cercare di vendere un investitore, ha portato i soldi a Las Vegas. Quel fine settimana ha giocato i fondi rimanenti della società al tavolo del blackjack come ultimo tentativo disperato.

Lunedì aveva trasformato quei $ 5.000 in $ 32.000, il che significava che erano in grado di rifornire gli aerei e rimanere in attività per qualche altro giorno. In qualche modo, questi pochi giorni in più hanno fatto la differenza.

Non molto tempo dopo il suo viaggio di gioco disperato, ma alla fine riuscito, è stato in grado di raccogliere $ 11 milioni per far funzionare davvero la sua attività. Alcuni anni dopo FedEx ha realizzato il suo primo profitto e non ha mai guardato indietro.

Oggi, il valore di FedEx è di quasi 40 miliardi di dollari e anche il patrimonio netto di Smith ammonta a miliardi. Parla del gioco lungo.

4 – Un gioco da ragazzi

Il poker online con soldi veri ha aperto la porta a quasi tutti per fare molti soldi. Anche così, un bambino di otto anni che incassa quasi mezzo milione di dollari sembra inverosimile.

Nel 2010 iniziarono a circolare storie secondo cui Aashish Nanak, un bambino indiano di otto anni, aveva vinto $ 500.000 in un torneo di poker online.

La sua storia era quella di un genio che fu introdotto per la prima volta ai computer all’età di tre anni e presumibilmente li padroneggiò non molto tempo dopo. Usando l’account di suo zio, è entrato in un torneo che avrebbe cambiato per sempre la sua giovane vita … o no?

Secondo quanto riferito, la sala da poker in cui stava giocando si è rifiutata di pagare le vincite sulla base del fatto che il ragazzo non era maggiorenne per competere in primo luogo. Le cose si sono complicate un po ‘quando è stato rivelato che in precedenza aveva raccolto denaro dal sito, in quantità minori, durante le precedenti sessioni di gioco.

Ne è seguita una battaglia legale e il sito di poker (che sceglie di rimanere anonimo) ha bloccato il suo account. Quasi un decennio dopo l’inizio del caso nel 2010, il risultato non è mai stato dichiarato pubblicamente.

5 – Un caso di beneficenza

Il gioco d’azzardo e la beneficenza in genere non vanno insieme a meno che tu non stia parlando della festa della chiesa locale. Almeno questo era il caso prima dell’incredibile maratona di poker di Phil Laak.

Laak ha deciso di provare a vincere dei soldi per il Camp Sunshine Charity, che sostiene la ricerca sul cancro, raggiungendo il record di “sessione di poker più lunga della storia”. Il suo obiettivo iniziale era rimanere al tavolo da poker del Bellagio di Las Vegas per 80 ore.

Dopo aver superato le 80 ore fissate in precedenza, ha deciso di andare avanti per altre 35 ore, incassando finalmente dopo una corsa senza precedenti di 115 ore.

Se ti stai chiedendo come ha fatto ad arrivare così a lungo, la risposta non è caffeina o stimolanti di alcun tipo. Ha detto che il suo nutrizionista è quello da ringraziare, poiché la sua forma fisica lo ha portato fino alla fine. Laak si è anche preso una breve pausa per fare 30 flessioni e vincere altri $ 1.000 per l’ente di beneficenza.

Per quanto riguarda il disagio più grave che ha provato durante la corsa, ha semplicemente detto che il suo sedere era un po ‘pruriginoso.

6 – Il negoziatore

Se c’è una cosa di cui non ha senso discutere, sono le regole della casa in un casinò. O almeno questo è quello che ho pensato prima di leggere la storia della corsa di Don Johnson nel 2011.

Il primo passo del suo piano è stato quello di trovare casinò con regole della casa già favorevoli. Significa che ha scelto i tavoli con il miglior numero di mazzi, quelli che gli permettevano di dividere una buona mano in quattro, e in particolare scegliendo i dealer che non hanno centrato quando la loro mano era pari a 17 ma includeva anche un asso. Inoltre, giocava solo ai tavoli dove poteva raddoppiare la sua puntata su qualsiasi mano.

Johnson ha anche utilizzato i payback, o bonus del casinò, per finanziare il suo gioco. In qualche modo ha negoziato un ritorno del 20% senza precedenti se avesse perso. Ad esempio, se avesse vinto $ 100.000, potrebbe tenerlo tutto. Se avesse perso $ 100.000, avrebbe recuperato $ 20.000.

Infine, ha usato le sue capacità di vendita per convincere i casinò a permettergli di scommettere fino a $ 25.000 su una singola mano, il che di solito non sarebbe stato d’aiuto, ma era vantaggioso visti i parametri che aveva negoziato.

Avanti veloce di sei mesi, e aveva raccolto $ 15 milioni dai tre casinò che hanno accettato i suoi termini. A tutt’oggi afferma di non poter più giocare a Las Vegas o ad Atlantic City. Detto questo, penso che stia andando bene.

Conclusione

Queste vittorie sono la prova che non ci vuole un enorme bankroll per vincere alla grande. Sebbene sia importante ricordare che questi risultati non sono certamente tipici.

Se stai pensando di provare a incassare dopo aver letto queste storie, procedi con cautela.

Casinò della Pennsylvania: Wind Creek Bethlehem Review

7 motivi per cui i nuovi giocatori d’azzardo perdono soldi giocando a Hold’em