in

6 miti del blackjack che ogni giocatore dovrebbe conoscere

Vorrei iniziare dicendo che uno dei miti non sarà che il blackjack è un buon gioco da giocare. In effetti, è vero che il blackjack ha alcune delle probabilità più favorevoli per i giocatori d’azzardo del casinò.

Detto questo, è importante notare che sebbene le probabilità siano migliori rispetto ad altri giochi, certamente non significa che tu abbia un vantaggio sul banco – e non è nemmeno 50/50.

Separare i fatti dalla finzione può aiutarti a realizzare commedie più istruite e andare via con una vittoria più grande, o almeno una perdita minore. In questo articolo, affronterò i miti che ti impediscono di ottenere il massimo dal blackjack.

1 – Mito: il conteggio delle carte è contro le regole

Se hai visto abbastanza film con i pit boss che lanciano sguardi alla persona che continua a vincere nel blackjack, presumerai giustamente che il conteggio delle carte sia legale. In realtà non è così, ma ciò non significa che dovresti mostrare le tue abilità se capisci come farlo.

La linea di fondo è che nessuno può regolare ciò che accade nella tua testa. Tuttavia, ci sono alcuni segnali rivelatori che qualcuno sta usando la tecnica del conteggio delle carte per aumentare le proprie possibilità. La maggior parte dei casinò utilizza effettivamente i precedenti contatori di carte per identificare quando qualcuno al loro tavolo sta usando la pratica incompresa.

Non puoi essere arrestato per aver contato le carte, ma puoi sicuramente essere buttato fuori dal casinò. Puoi discutere quanto vuoi con i pit boss o altro personale, ma non vincerai.

Se ti prendi il tempo per imparare a contare le carte (è più facile di quanto pensi), assicurati solo che i lavoratori del casinò non ti sorprenderanno a mettere alla prova le tue abilità. Anche se non ci sono regole tecniche contro di esso, nessun casinò vorrà sedersi e guardarti fare soldi usando metodi controversi.

Come nota a margine mentre sono in argomento, non dimenticare che non puoi usare le tecniche di conteggio delle carte nei casinò online poiché il mazzo viene mescolato dopo ogni mano.

2 – Mito: puoi essere dovuto per una vittoria

Questa teoria è stata fraintesa per così tanto tempo che c’è persino un nome per essa, The Gambler’s Fallacy.

Può essere un pensiero confortante pensare che, con un vantaggio del banco del 2%, se giochi 100 mani, vincerai il 48% delle volte. Tenendo presente questo, è ovvio che se hai perso cinque mani di scala, hai maggiori probabilità di vincere la prossima. La probabilità a un certo punto deve aumentare, giusto?

La verità è che non importa cosa, in tutte le circostanze, le mani precedenti non hanno alcun impatto sulle mani successive. Anche se ritieni che ad un certo punto debba anche aumentare per arrivare al 48% di possibilità di vincere, quella percentuale si basa solo su una singola prova.

Pensala in questo modo … se lanci una moneta e esce testa quattro volte di seguito, è più probabile che esca croce al lancio successivo? La risposta è no, e se non ci credi, potresti finire nei guai con il gioco d’azzardo.

Indipendentemente dal gioco, ricorda sempre che le prove precedenti non influenzano le prove future, non importa quanto logico possa sembrare nella tua testa.

3 – Mito: l’obiettivo è avvicinarsi il più possibile a 21

Sì, arrivare a 21 o molto vicino è ovviamente un ottimo modo per mettere insieme molte mani vincenti. Detto questo, il tuo obiettivo è battere il banco, non arrivare a 21. Ciò significa che occorre un’attenta considerazione per evitare di fare giocate inutilmente rischiose nel tentativo di ottenere il tuo numero più alto possibile.

Così tanti giocatori di blackjack inesperti hanno la tendenza a pensare di aver bisogno di un numero molto alto per battere il banco e vincere la mano. La realtà è che puoi vincere una buona parte del tempo con un 16. La lezione da imparare è che diventare avido spesso ti farà tornare indietro.

Mentre in altri giochi da casinò vale la pena assumersi un piccolo rischio in più nella speranza di una ricompensa maggiore, nel blackjack è meglio rischiare di restare e poi rischiare di ottenere un colpo in più.

4 – Mito: un tavolo con giocatori cattivi o inesperti danneggia le tue possibilità

Questo in realtà potrebbe avere del vero, ma non deve essere vero se sei in grado di superare.

Per dire l’ovvio, se sei a tavola con l’ubriaco del paese e i suoi tre amici più stretti (e più rumorosi, più odiosi), puoi distrarti. Queste distrazioni possono effettivamente danneggiare le tue possibilità di vittoria.

Le buone notizie? Se riesci a rimanere concentrato su ciò che stai facendo e ad eliminare il resto del rumore, dovresti stare bene.

Anche quando i giocatori stanno cercando di imparare il gioco e scommettono fuori turno, facendo mosse completamente irrazionali o chiedendo il consiglio del banco, le tue prestazioni non saranno influenzate a meno che tu non permetta a te.

Sebbene non possano fare nulla per danneggiare matematicamente le tue probabilità di vincere denaro, se sei facilmente distratto, potrebbe essere meglio restare ai tavoli con giocatori più esperti. Dipende tutto dalle tue preferenze personali e trovare un ambiente di gioco più comodo per te in genere porterà a risultati migliori.

5 – Mito: il banco, il più delle volte, ha un 10 nella buca

Questo è un altro malinteso ampiamente creduto quando si tratta della strategia di blackjack più elementare. La falsa convinzione è che poiché ci sono più carte da 10 punti nel mazzo, c’è un’alta probabilità che un 10 sia la carta coperta. Tuttavia, questa ipotesi può portare a decisioni sbagliate.

La realtà è che il banco ha solo una probabilità del 30% circa di possedere una carta da 10, il che significa che le probabilità sono fortemente sul lato opposto. Ora, quella probabilità del 30% è ancora alta, relativamente parlando, quindi non è senza qualche merito sostenere questa ipotesi, per quanto falsa possa essere.

Sebbene credere nella teoria del 10-in-the-hole abbia un ragionamento dietro, non è matematicamente sufficiente per sentirsi bene a fare questa ipotesi.

6 – Mito: l’assicurazione è intelligente

Se sei nuovo nel gioco, il concetto di prendere l’assicurazione su una mano potrebbe non essere familiare. Ecco come funziona: l’assicurazione è una scommessa aggiuntiva aggiuntiva che i dealer offrono quando la loro carta scoperta è un asso. Una volta offerta questa opzione, un giocatore può essere la metà della sua scommessa originale e se il banco ha il blackjack, la scommessa assicurativa del giocatore pagherà 2 a 1.

Tutto quello che devi sapere su questo scenario è che se fosse davvero così vantaggioso per il giocatore, non sarebbe offerto dalla casa, chiaro e semplice.

Il motivo per cui alcuni giocatori pensano che dovresti assicurarti una brutta mano è perché pensano che ci sia una maggiore possibilità che il banco abbia una figura. Altri giocatori credono che dovrebbero sempre prendere soldi alla pari su un blackjack. Infine, altri credono erroneamente che se ottengono un 20 in mano dopo l’affare, dovrebbero proteggerlo con un’assicurazione. Per rendere le cose semplici, è tutto sbagliato.

Hai un sacco di cose a cui pensare quando giochi d’azzardo, che tu stia giocando a blackjack con soldi veri o un altro gioco al tavolo. Risparmia un po ‘di energia mentale ricordando questa regola facile da seguire: non prendere mai un’assicurazione e non lasciare che nessuno ti convinca del contrario.

Conclusione

Nonostante questi miti che sono stati esposti sopra, il blackjack è davvero un gioco che offre ai giocatori probabilità favorevoli e una buona opportunità per realizzare un profitto. Assicurati solo di seguire le regole strategiche di base, controlla il tuo bankroll e non cadere in nessuna di queste idee sbagliate che potrebbero fluttuare intorno al tavolo.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

9 motivi per cui il poker online è andato in discesa

Wayne Newton: 6 fatti su questa icona di Las Vegas