in

6 luoghi incredibili da vedere giocando d’azzardo in Grecia

Quando giochi nel bellissimo e antico paese della Grecia, assicurati di dare un’occhiata ad alcuni dei fantastici luoghi che puoi visitare una volta uscito da uno dei loro luoghi di gioco.

C’è un’enorme abbondanza di casinò unici sulla Grecia continentale e in tutte le isole greche.

Troverai casinò nelle città di Atene, Loutraki, Patra e Xanthi, nonché sulle isole di Rodi, Corfù e Syros. Assicurati di notare che devi avere 23 anni per giocare nei casinò greci.

Ecco un breve elenco di alcuni dei migliori casinò in Grecia:

  • Regency Casino di Salonicco. Vicino all’aeroporto di Salonicco, questo casinò ospita tutta una serie di giochi da tavolo, tra cui roulette in stile americano, poker e punto cano. Aperta 24 ore su 24, 7 giorni su 7, questa destinazione di gioco ha due ristoranti, un hotel ed è il più grande casinò del paese.
  • Casinò Mont Parnes Regency di Atene. Costruito direttamente sulle pendici del Mont Parnes, potrai ammirare Atene in uno dei loro due hotel di lusso. Vi si può accedere solo in funivia dai piedi della montagna.
  • Casino Rodi. Situato nel favoloso edificio del Grande Albergo Delle Rose sull’isola di Rodi, troverai due piani di opzioni di gioco. Un piano è dedicato alle slot con soldi veri, mentre i giochi da tavolo dell’altro host.
  • Casino Syros. Nella città di Ermoupolis, scoprirai che questo casinò è stato creato da due palazzi storici collegati da un tunnel sotterraneo. Presentano giochi come Stud Poker, Caribbean Stud, Mini Baccarat, blackjack e roulette americana.

Dopo aver soddisfatto le tue esigenze di gioco, è ora di esplorare alcuni dei luoghi di viaggio più significativi del pianeta.

1 – L’Acropoli e il Partenone

Seduto su uno sperone roccioso che incombe sulla città di Atene è il simbolo dell’antica Atene e di tutta la Grecia: l’Acropoli e il Partenone.

Durante il periodo neolitico, intorno al 2000 a.C., l’Acropoli fu utilizzata come fortezza militare a causa della sua posizione collinare. In seguito divenne un importante centro religioso dove le persone adoravano la dea Atena.

Atena è la dea protettrice di Atene ed era anche la dea della saggezza e della guerra. Il Partenone è stato progettato dallo scultore Fidia ed è esemplificato dalle sue imponenti colonne doriche iconiche. La parte centrale della struttura ospitava una piscina, presieduta da una statua di Atena di 40 piedi, realizzata in oro e avorio.

In un lato del tempio è scolpita una rappresentazione artistica che raffigura la nascita di Atena e una battaglia tra lei e Poseidone per decidere da chi prenderà il nome l’antica città.

Intorno al 6 ° o 7 ° secolo aC, le persone avevano abbandonato l’insediamento collinare per è stato dichiarato da un oracolo che solo gli dei potevano risiedere lì.

Tra il 450 e il 330 a.C., il Partenone e il Tempio di Nike furono eretti sui resti di templi precedenti. Questi primi templi furono distrutti dai Persiani durante la battaglia di Salamina.

In epoche successive, il Partenone fu trasformato in chiesa dall’impero bizantino, poi chiesa cattolica dai Franchi. E nel XV secolo fu trasformata in moschea durante l’occupazione dell’Impero Ottomano.

2 – Il teatro di Dioniso

Dioniso era il dio greco della fertilità, dell’estasi religiosa, del teatro e della vinificazione.

Situato sul versante sud della collina dell’Acropoli, questo antico teatro di pietra e marmo fu costruito nel VI secolo aC. Al culmine del suo utilizzo, avrebbe potuto ospitare fino a 17.000 ateniesi.

Durante l’era di Pericle, quando la Grecia era uno degli stati nazionali più potenti del mondo, qui si sarebbero svolte molte feste importanti. I più famosi drammaturghi greci avrebbero rappresentato qui le loro tragedie, tra cui Sofocle, Aristofane, Euripide ed Eschilo.

Dopo che i romani conquistarono la Grecia nell’86 a.C., iniziarono a utilizzare il teatro per i propri eventi e festival statali, oltre a tenere sanguinose gare di gladiatori al centro dell’area dello spettacolo.

Fu in gran parte abbandonato nel V secolo dC; per 1.500 anni la sabbia ha seppellito la maggior parte del teatro ed è stato completamente dimenticato.

L’unica cosa che era visibile ai nudi da allora erano parti di un monumento al dio, Dioniso. Ma nel 1800, la Società Archeologica Greca iniziò a scavare intorno a questo monumento e alla fine scoprì i resti di questo antico teatro.

3 – Il Tempio di Efesto

Il Tempio di Efesto è in assoluto il tempio meglio conservato dell’antica Grecia. Dedicato al dio greco del fuoco, della lavorazione dei metalli e dell’artigianato, Efesto, questo tempio fu costruito intorno al 450 a.C. al confine occidentale della città di Atene. È stato progettato da Iktinus che ha anche contribuito a progettare il Partenone.

Sul lato orientale del tempio, ci sono sculture e incisioni che rappresentano il mitico eroe Ercole. Troverai anche statue che raffigurano la battaglia di Teseo con Pallentide. Teseo era un altro mitico eroe che si suppone fosse il fondatore di Atene e il suo primo re.

Il tempio è stato usato come una chiesa greco-ortodossa, dedicata a San Giorgio, dal 7 ° secolo dC fino al 1834. L’ultima volta che una santa messa è stata effettuata presso il tempio è stato quando il primo re moderno della Grecia, re Ottone, ha celebrato l’espulsione dell’Impero Ottomano nel 1833.

4 – Spiaggia di Kleftiko

Probabilmente hai già visto le foto di questa famosa spiaggia. È noto per le sue imponenti formazioni rocciose che si innalzano come archi dal fondo del mare.

Questi possono essere raggiunti solo in barca, ma una volta arrivati, ti consigliamo di fare un tuffo nelle sue acque blu-verdi cristalline. Questo posto è nella lista dei desideri per ogni appassionato di snorkeling nel mondo.

Mentre navighi attraverso queste formazioni rocciose, scoprirai alcune delle più incredibili grotte marine che si possono trovare ovunque. Ci sono leggende su queste grotte che dicono che centinaia di anni fa, i pirati avevano nascosto un tesoro al loro interno. Ma ovviamente, nessun tesoro del genere è mai stato trovato.

Se sei uno per un’esperienza in spiaggia esclusiva, vicino alla spiaggia di Kleftiko c’è la baia di Gerontas. Questa è una piccola baia nascosta e meno conosciuta nella parte sud-ovest dell’isola. Circondato da pareti di scogliera bianca, se riesci a trovarlo, potrai avere questo pezzo di bellissima sabbia tutto per te.

5 – Monemvasia, Grecia

Questo è uno dei luoghi più belli da togliere il fiato da visitare in Grecia.

Situata sul lato sud-orientale del Peloponneso, questa città fortezza medievale è stata scolpita interamente sul retro di una baia rocciosa isolata. La gente del posto ha costruito questa città centinaia di anni fa per proteggersi dagli attacchi nemici.

In origine, la città del castello poteva essere raggiunta solo in barca. Ma in seguito fu costruita una piccola strada asfaltata in modo che le persone potessero raggiungere le terre interne.

Se sei in buona forma, potresti salire in cima alla fortezza della città e ammirare le viste mozzafiato del Mar Mediterraneo.

Oggi, molti degli edifici storici della città sono stati trasformati in boutique hotel e pensioni per i turisti. Se vuoi trascorrere un giorno o due lì, potrai anche fare gite giornaliere in barca verso alcune delle altre bellissime spiagge che si trovano nelle vicinanze.

Passeggiare per le strade di Monemvasia è davvero come viaggiare indietro nel tempo. Potrai anche esplorare alcune delle antiche chiese bizantine in pietra come Agia Sofia e Cristo Elkomenos.

6 – Mykonos, Grecia

Mykonos è una delle migliori destinazioni in Grecia per puro divertimento ed eccitazione. Questa comunità greca è famosa per una vita notturna e una scena di festa che può competere con Las Vegas. Ci sono hotel fantastici, ristoranti pluripremiati e spiagge meravigliose.

È famoso per la sua architettura cicladica e le chiese dalle cupole blu. Probabilmente riconoscerai questo stile da foto e filmati, è un tipo di architettura minimale caratterizzato da case imbiancate a calce con cubetti di pietra che sono costruite una accanto all’altra e una sopra l’altra.

In un quartiere che la gente chiama “Piccola Venezia”, ​​ci sono file di bellissime case bianche e bar che sorgono dal mare. I tramonti qui sono leggendari, così come le maestose file di mulini a vento tradizionali che si affacciano su questa zona.

Alcune delle migliori spiagge di Mykonos includono Paradise, Platis Gialos, Lia e Super Paradise. Ci sono anche tantissimi sport acquatici, tra cui kitesurf e windsurf.

Ci sono sempre leggendarie feste in spiaggia e discoteche epiche a Mykonos.

Conclusione

Quali sono alcuni degli altri punti salienti della Grecia? Fammi sapere cosa ne pensi nei commenti.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Aggiornamento settimanale sul poker: 21 settembre 2020

Qual è il punto di Touch Roulette?