in

10 modi in cui i principianti di Texas Hold’em sanguinano

I nuovi giocatori al gioco del Texas Hold’em sono soggetti a diversi errori molto comuni.

Evitare queste trappole ed errori migliorerà notevolmente il tuo gioco e, soprattutto, ti farà risparmiare un sacco di soldi.

Jan Meinert di Poker Olymp   ci guida attraverso gli errori più comuni e costosi che i principianti commettono nel Texas Hold’em e come possono smettere di farli.

10 modi in cui i principianti di Hold’em perdono soldi

1. Ignorare la posizione

La posizione è uno degli aspetti più importanti in ogni partita di Hold’em. Più tardi sarà il tuo turno di agire nella mano, maggiori saranno le informazioni su cui basare la tua decisione.

In late position puoi reagire alle azioni dei tuoi avversari invece di indovinare cosa stiano facendo.

Ecco perché il “bottone” è la migliore posizione che puoi avere: da late position puoi giocare molte più mani che da early position, dove devi essere molto più tight.

2. Essere troppo aggressivi

Sebbene sia certamente importante essere aggressivi quando si gioca a poker, è ancora più importante scegliere il momento giusto per farlo.

Se è probabile che il tuo avversario abbia una mano abbastanza forte, non cercare di tirarlo fuori dal piatto puntando alla grande. A lungo termine, questo ti costerà un sacco di soldi.

Tieni presente che in una partita con otto o più giocatori uno di loro di solito ha una mano forte. Cercare di spingerli fuori non è quasi mai una buona idea: alle persone di solito non piace e non lasceranno quando hanno una mano decente.

3. Dare via troppe dice 

Molti nuovi giocatori giocano e agiscono in base alla mano che hanno ricevuto. I giocatori più esperti possono leggerli come un libro aperto.

Cerca di non rivelare troppi indizi (più facile a dirsi che a farsi, lo sappiamo). Cerca di non reagire quando ti vengono distribuiti degli assi o ottieni un colore e non fare il broncio quando non ottieni il flop o ricevi 7-2.

Sembra ovvio ma è sempre sorprendente vedere quanti principianti  non riescono a smettere di reagire fisicamente  alla loro fortuna (o sfortuna). Imparare a nascondere le proprie emozioni è fondamentale quando si gioca a poker dal vivo, quindi prenditi del tempo per esercitarti.

4. Scommesse di dimensionamento male

Nel No-Limit Hold’em molti nuovi giocatori spesso si confondono su come dimensionare correttamente le loro scommesse e, di conseguenza, scommettono troppo o troppo poco.

Ad esempio: praticamente non ha senso puntare $ 1 in un piatto da $ 25.

Se hai una mano decente, non ottieni molti soldi nel piatto e certamente non riuscirai con una puntata così piccola se stavi cercando di bluffare.

Una semplice regola pratica è:  scommetti in base alle dimensioni del piatto . Una scommessa tra la metà della dimensione del piatto e l’intero importo è sempre una buona dimensione per una scommessa.

5. Giocare troppe mani 

Giocare troppe mani è uno degli errori più comuni che i principianti tendono a fare. I giocatori di successo giocano tra il 10 e il 30 per cento delle loro mani.

Un principiante dovrebbe cercare di mirare al numero più basso. Molte mani potrebbero sembrare decenti (King-Ten per esempio), ma di solito perdono denaro nel lungo periodo. Basta buttare via quelle mani prima del flop. 

6. Ignorare il numero di giocatori al tavolo

Un fattore chiave nei giochi Hold’em è che  il valore della tua mano diminuisce con il numero di giocatori rimasti per agire .

Se hai solo due avversari, una mano come Ace-Eight è un’ottima mano.

Ma se ci sono otto giocatori rimasti per giocare la tua mano è praticamente inutile in quanto c’è una possibilità molto ragionevole che qualcuno abbia un asso migliore o una coppia alta.

7. Giocare con soldi spaventati

Non giocare mai a limiti che superano le tue capacità finanziarie!

Affronterai una barriera mentale quando c’è troppo valore per le fiches davanti a te. Avrai difficoltà a prendere buone decisioni e giocare “soldi spaventati” mentre i tuoi avversari sono nella loro zona di comfort e preda della tua debolezza.

Regola pratica: se un buy-in significa molti soldi per te, sei seduto al tavolo sbagliato.

8. Chiamare come se non ci fosse un domani

I principianti tendono a pensare che il poker significhi “fare la tua mano”. Quindi rimangono nella mano fino al river per vedere se hanno colpito la loro mano o no.

È un pensiero terribile e costoso. Il poker non consiste nel colpire la tua mano. Si tratta di vincere soldi.

Se è troppo costoso vedere la carta successiva, lasciala andare! Se non pensi che ci sia una possibilità realistica per te di vincere la mano, bluffando o vincendo allo showdown, lasciala andare!

Ogni fiche non persa vale quanto qualsiasi fiche vinta.

9. Lasciare che le emozioni dettino il gioco

Molti giocatori di poker, non solo i principianti, hanno problemi di ego quando giocano a poker. Le loro emozioni, non la loro mente, determinano il modo in cui giocano.

Ma il poker punisce il gioco emotivo. Non puoi forzare le carte a cadere a modo tuo e devi essere in grado di ritirarti quando sei chiaramente battuto.

Sii paziente e non prendere decisioni sbagliate basate sull’emozione: troppi giocatori (anche esperti) falliscono in questo modo.

10. Sopravvalutare gli abiti

I principianti spesso sopravvalutano una mano quando è del seme. Il re-cinque di picche potrebbe sembrare una mano giocabile perché può creare un colore, ma i colori sono piuttosto rari nell’Hold’em. 

Con le carte dello stesso seme farai un colore solo circa l’8% delle volte. Non è consigliabile contare su questo.

Suggerimenti per professionisti: i più grandi errori che i principianti del poker fanno in ogni strada

Perché le tue scommesse hanno bisogno di uno scopo nel Texas Hold’em